Taglio di 15 posti letto al S.Luca

Fumata bianca a Lucca sui medici del 118

Dieta dimagrante al San Luca. Qualche giorno fa la riorganizzazione estiva della degenza chirurgica multispecialistica ha cancellato 15 posti letto in degenza chirurgica. A suonare l’allarme sono i sindacati Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fpl. «Le nuove disposizioni in soli dieci giorni hanno già creato enormi difficoltà ai lavoratori nella gestione dei pazienti – denunciano le tre sigle sindacali – .Una riorganizzazione che nella stessa documentazione fornita dalla dirigenza dell’Usl Toscana Nord Ovest serve solo a sanare la cronica assenza di personale: 15 posti letto in meno fino al 30 settembre. Una vergogna, l’ennesima di questa gestione, che rafforza una volta in più l’ aver dichiarato lo stato di agitazione». Lo sostengono Cgil Fp Cisl Fp Uil Fpl di Lucca tramite i loro delegati che entrano nel merito di una delle tante criticità che riguardano la sanità lucchese e il principale ospedale del territorio. La chiusura estiva di un intero setting era già stata preventivata il 6 giugno, durante un incontro con i rappresentanti territoriali dell’azienda che avevano presentato un progetto che doveva servire a far smaltire le ferie, prevedendo la riapertura dei posti letto necessari richiamando personale in servizio ‘su base volontaria’. Progetto che aveva già fatto emergere diversi dubbi nei sindacati, confermati poi all’ atto pratico. «In soli dieci giorni – proseguono – siamo venuti a conoscenza di tutte le difficoltà incontrate dai lavoratori nella gestione dei pazienti ricoverati nel setting rimasto aperto e di quelle incontrate al momento dell’apertura dei 5 posti letto ‘buffer’ (così sono stati definiti dall’azienda i letti che vengono resi disponibili quando il reparto è completo) che naturalmente è diventata la normalità, come era prevedibile. Abbiamo letto la documentazione dell’azienda dove si colgono in pieno le reali motivazioni di questa iniziativa aziendale».
Parole scritte nere su bianco che il sindacato riporta fedelmente: «La necessità di una rimodulazione urgente e temporanea dell’assetto delle cellule di degenza dell’Area Chirurgica Multispecialistica del PO San Luca, nasce dall’esigenza di ottimizzare le risorse umane infermieristiche per le assenze sopraggiunte nel periodo estivo, in aggiunta alle assenze per ferie estive».

Fonte: La Nazione Lucca

(Visto 13 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *