L’Ordine dei medici contro lo spot che incita a chiedere risarcimenti

Dal presidente Ordine Medici Lucca allarme per i pensionamenti

«Ora basta!». L’Ordine dei medici di Lucca si scaglia contro lo spot promosso da “Obiettivo Risarcimento”, che incita i cittadini a sporgere denuncia contro i medici per presunti casi di malasanità. Lo spot, andato in onda su alcune reti televisive, al momento è stato sospeso sui canali Rai. «Ora basta – tuona il presidente dell’Ordine dei medici di Lucca Umberto Quiriconi – Ennesimo atto di sciacallaggio mediatico perpetrato ai danni della classe medica da parte di una sedicente società di tutoring che non voglio nemmeno nominare la quale invita i cittadini alla rivalsa per presunti errori sanitari negli ospedali. Tali messaggi sono fuorvianti e profondamente scorretti perché tendono a minare il rapporto medico-paziente e creano sfiducia verso il servizio sanitario nazionale che costituisce, pur con tutti i suoi limiti, una risorsa fondamentale per la tutela della salute dei cittadini. Il servizio sanitario nazionale rischia così, come del resto sta già accadendo, di trovarsi privo di professionisti specie per le specialità più a rischio; tali messaggi inoltre incrementano il fenomeno della medicina difensiva a danno sia del Servizio Sanitario Nazionale con lievitazione dei costi, sia del cittadino sottoposto ad esami ridondanti rispetto alla sua situazione clinica. È necessario – conclude Quiriconi – che le istituzioni pongano un freno a tali messaggi tendenziosi visto, poi, che il 97% dei procedimenti giudiziari intentato nei confronti dei medici si risolve in assoluzione».

Fonte: Il Tirreno Lucca

(Visto 34 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *