Coronavirus, in Toscana sono 33 i focolai attivi

Quaranta nuovi positivi (età media 38 anni), circa 4600 tamponi eseguiti e 5 ricoveri in più nelle ultime 24 ore. E’ la fotografia dell’andamento dell’epidemia da covid-19 in Toscana, contenuta nel bollettino della Regione. Di questi 40 nuovi casi, 11 sono stati identificati durante le operazioni di tracciamento e 29 mediante attività di screening. Dodici sono stati registrati a Firenze, 1 a Prato, 2 a Pistoia, 8 a Massa, 2 a Lucca, 5 a Pisa, 3 a Livorno e 2 a Grosseto. In Toscana dall’inizio dell’emergenza ci sono stati in tutto 10.925 casi.Crescono i guariti – 12 nelle ultime 24 ore – che raggiungono quota 9.040. Mentre per il secondo giorno consecutivo non si registrano nuovi decessi. In totale i morti per covid-19 in Toscana, sempre secondo le stime della Regione, sono a oggi 1139. I tamponi eseguiti sono ad oggi 479.103, 4.627 in più rispetto a ieri. Mentre gli attualmente positivi rimangono 746, +3,9 per cento rispetto a ieri. In isolamento a casa ci sono 721 persone che presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi. Mentre sono 1.865 (90 in più rispetto a ieri) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate. Ricoverate in ospedale 25 persone (5 in più rispetto a ieri) di cui 5 in terapia intensiva.
La Regione fa sapere che sono 33 i focolai di coronavirus attualmente attivi in Toscana, scoperti dai primi di luglio ad oggi, per un riscontro sanitario totale di 151 casi positivi di Covid. Del totale dei focolai attivi, 17 sono maturati nel corso della settimana scorsa. I cluster, specifica la Regione, sono composti da un minimo di due casi, spesso in ambito familiare, fino ad un massimo di 25 casi collegati tra loro.
Intanto da domani e fino al 5 settembre sarà possibile prenotare il test sierologico preventivo del personale docente e non docente, in previsione dell’apertura del prossimo anno scolastico. Lo screening preventivo (gratuito e su base volontaria) è rivolto al personale docente e non docente.
I test sierologici saranno eseguiti a partire dal 24 agosto. E può avvenire tramite il proprio medico oppure le aziende sanitarie. La Regione precisa che il personale scolastico dovrà rivolgersi in via prioritaria al proprio medico di medicina generale o, qualora ciò non fosse possibile, presso gli specifici ambulatori delle aziende sanitarie. Nel caso in cui ci si rivolga al proprio medico di famiglia, sarà quest’ultimo, dotato di un’apposita app (#ascuolainsalute) sviluppata da Regione Toscana, che registrerà in tempo reale l’effettuazione e l’esito del test sierologico.
Diversamente, nel caso in cui il personale scolastico decida di rivolgersi alle strutture ambulatoriali delle Asl, potrà prenotare autonomamente il test sierologico attraverso il sito, https://rientroascuola.sanita.toscana.it, scegliendo il giorno e l’ora per effettuare il test, che sarà possibile a partire dal giorno 24 agosto. Al termine della procedura online riceverà via sms la conferma della prenotazione e potrà stampare il promemoria. Concluso questo percorso, dovrà recarsi al punto prelievi selezionato 10 minuti prima dell’ora prescelta. Qualora l’esito del test sierologico risultasse positivo, la persona interessata dovrà contattare il numero verde regionale 800 55 60 60 per fissare l’esecuzione del tampone.

Fonte: La Repubblica Firenze

(Visto 39 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *