Toscana. Estar: parere favorevole alla nomina di Monica Piovi a nuovo direttore

Monica Piovi, direttore generale Estar

La commissione Sanità del Consiglio della Regione Toscana ha espresso a maggioranza parere favorevole alla nomina di Monica Piovi a direttore generale dell’Estar, l’Ente di supporto tecnico amministrativo regionale. L’ente, istituito nel 2014, ha l’obiettivo di ottimizzare la spesa regionale destinata ai beni sanitari, e si occupa, per conto di tutti gli enti che operano nel servizio sanitario toscano, di approvvigionamento di beni e servizi, di tecnologie dell’informazione e della comunicazione; di tecnologie sanitarie, di procedure concorsuali e selettive per il reclutamento del personale, di gestione delle procedure di gara.
A votare a favore i gruppi Pd e Mdp-Art.1.

Monica Piovi, una carriera in Regione Toscana e nell’ambito sanitario, ha ricoperto, tra l’altro, i ruoli di direttore generale dell’Estav centro e dell’Estav sud-est e di direttore generale dell’Asl di Empoli. “L’Estar – ha detto in Commissione – è e deve restare un ente strumentale, a servizio delle aziende. La mission è quella di garantire un equilibrio fra sostenibilità economica e migliore prestazione tecnologica di prodotti, beni e servizi, e di fornire il prodotto giusto al paziente giusto”.“Piena fiducia nella competenza di Monica Piovi, che sa bene come le aspettative nei suoi confronti siano alte, per migliorare l’efficienza di Estar”, ha affermato il presidente della Commissione Sanità Stefano Scaramelli (Pd) .

Critiche invece dai gruppi di opposizione. “Sono sempre le solite persone che si scambiano le poltrone”, ha detto Stefano Mugnai (Fi), pur dichiarando stima nei confronti di Piovi. “Se a metà legislatura si deve cambiare la squadra è segno evidente che la squadra non funzionava”, gli ha fatto eco Paolo Sarti (Sì-Toscana a Sinistra). Andrea Quartini (M5S) ha criticato invece “il modo arrogante e maldestro con cui il governo regionale provvede alle nomine”.

(Visto 146 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *