Sanità, centinaia in piazza. «Vogliamo più servizi»

Battaglia quasi vinta per il sindaco di San Marcello Piteglio

L’applauso se lo è fatto la popolazione della montagna pistoiese. Coesa, decisa e pronta a scendere in piazza per il rispetto dei propri diritti. C’ erano più di mille persone, ieri pomeriggio, ad affollare piazza Matteotti a San Marcello. Sindacati, associazioni, consiglieri comunali e regionali, sindaci, ma anche tanta gente comune che ha voluto esserci alla manifestazione organizzata dalla Consulta della Salute, indetta da alcuni giorni per riavere il pronto soccorso all’ospedale Pacini e per un’ altra serie di obiettivi legati all’assistenza sanitaria. Ma soprattutto diritti in generale, rispettati ed uguali a tutte le altre zone.Perché ieri non ci si ritrovava a manifestare solo per la sanità, ma per la salvaguardia dei servizi in generale.Da precisare che l’iniziativa si è svolta proprio alcune ore dopo la notizia dell’apertura del presidente della Regione Enrico Rossi, che ai sindaci di San Marcello-Piteglio Luca Marmo e Diego Petrucci di Abetone-Cutigliano ha promesso aperture sul riconoscimento dell montagna come area disagiata e sull’arrivo di alcuni servizi che potenzieranno le attività dell’ospedale locale. Per ora solo promesse, ma che hanno acceso una speranza. I partecipanti si sono ritrovati fuori dall’ospedale Pacini, 500 di loro con la maglietta bianca con su scritto “Vogliamo il Pronto Soccorso” ed in corteo si sono diretti verso il centro di San Marcello dove si sono succeduti i vari interventi. Moderatore è stato il presidente del consiglio comunale sanmarcellino Moreno Seghi. Roberto Rimediotti, presidente della Consulta della Salute ha ripercorso i passaggi salienti di questi ultimi mesi, per giungere alla proposta dell’ente di Enrico Rossi. «Il problema è dei servizi in generale – ha detto Rimediotti – perché oltre alla sanità bisogna pensare anche ai trasporti, alle poste, alle banche ed alle scuole». Poi tornando alla salute: «La Consulta continua il suo lavoro e vorrà capire meglio le proposte venute dalla Regione. Martedì prossimo saremo ricevuti dalla terza commissione sanità e rappresenteremo ancora una volta le difficoltà della nostra zona».
I sindaci Marmo e Petrucci hanno portato subito le proposte regionali all’ attenzione della Consulta della Salute, che si è presa un mese di tempo per esaminarle e che si riunirà domani sera. Marmo, sindaco di San Marcello-Piteglio e neo presidente della Provincia di Pistoia, oltre a sottolineare la battaglia da fare per la tenuta dei servizi in montagna, in materia di sanità ha precisato che «Bisogna tenere lo sguardo alto anche su altri tipi di servizi quali i medici di famiglia e i servizi amministrativi.
Per l’ospedale potrebbero servire nuovi spazi e per questo abbiamo intenzione di comprare una parte dell’ex Conservatorio di Santa Caterina per portarci dei servizi sanitari». Soddisfatto per l’unità della montagna il primo cittadino di AbetoneCutigliano Diego Petrucci. «La sanità è solo una delle battaglie – ha detto – andiamo ai tavoli dove si prendono le decisioni sempre uniti così, e saremo ascoltati meglio. Un plauso alle associazioni che si sono impegnate da subito in questo percorso. Inoltre vogliamo che la Regione, su quel documento, metta delle date di quando ha intenzione di mantenere quello che ha proposto».

Fonte: Il Tirreno Pistoia-Montecatini

(Visto 15 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *