Quasi 2 milioni dall’Asl per il territorio

Quasi pronto il punto nascita

In buona parte si tratta di manutenzioni e adeguamenti degli ambienti, per cui tra l’altro non c’è neanche tanta fretta. Ma in determinate voci il piano di investimenti approvato dall’Asl Nord Ovest prevede interventi importanti all’ospedale di Cecina nei prossimi tre anni, divisi tra il piano sostanziale, ossia il miglioramento dei servizi offerti, e il piano strutturale, come l’abbattimento di barriere architettoniche e l’installazione di pannelli fotovoltaici. Il documento dell’Asl prevede di destinare al presidio circa mezzo milione di euro mentre per la l’intera Val di Cecina il pacchetto complessivo degli investimenti specifici si aggira attorno al milione e ottocentomila euro. Tutto a fronte di un piano che ammonta a svariante centinaia di milioni di euro per tutta l’area vasta.

Un elemento va evidenziato subito: la fetta sostanziosa degli investimenti previsti è già stata spesa (e gli interventi portati in fondo) nel corso del 2017. Due in particolare: i tre milioni di euro spesi per l’installazione di pannelli fotovoltaici sull’ospedale cecinese e l’1,2 milioni di euro destinati al programma di miglioramento del Pronto Soccorso. Interventi questi accompagnati dai lavori necessari per il trasferimento dei locali di via Savonarola. Sono queste le voci più importanti del 2017, anche se dei progetti devono ancora essere portati a termine. Vedi i lavori di manutenzione straordinaria per il distretto di Rosignano: progetto da 800mila euro per cui ne sono stati coperti fino ad oggi 600mila, in attesa dei 100mila che l’Asl verserà quest’anno e gli ultimi 100mila dell’anno prossimo. I lavori sull’ospedale civile in programma comunque non finiscono qui: ci sono quelli sulla deumidificazione del presidio (intervento da 115mila euro previsto per il 2019), l’abbattimento delle barriere architettoniche (400mila euro divisi equamente tra il 2019 e il 2020) e gli interventi per l’adeguamento dell’ospedale alla normativa di prevenzione incendi (350mila, il prossimo anno). Una categoria di lavori, quelli dell’anti incendi, che interesserà tutta la zona territoriale della Bassa Val di Cecina.

Da qui al 2020, stando a quanto approvato dalla direzione sanitaria, sono questi gli investimenti che
l’Asl Nord Ovest intende mettere in campo sul territorio, cercando di dare risposte a una parte delle questioni aperte. Ma il documento, come sempre quando si tratta di programmazione finanziaria, può essere oggetto di modifiche ogni anno.

Fonte: Il Tirreno Cecina

(Visto 51 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *