«Polo socio sanitario, salto di qualità»

Il sindaco di Ponsacco tra i sostenitori del nuovo progetto

Nasce il nuovo polo sociosanitario di Ponsacco. Un punto sanitario di primo accesso che sarà al servizio di tutta la Valdera. Ieri mattina nell’auditorium don Meliani la presentazione del progetto durante la quale in una sala gremita hanno preso la parola il sindaco Francesca Brogi, la direttrice dei servizi sociali della Asl Laura Brizzi, il presidente della Società della Salute della Valdera e Alta Val di Cecina Simone Millozzi, la direttrice Patrizia Salvadori, il consigliere regionale Antonio Mazzeo e l’ingegnere della Asl Riccardo Casula che ha illustrato gli aspetti tecnici del progetto.Incontro che è stato organizzato dal Comune di Ponsacco con la collaborazione della Asl Toscana Nord Ovest, la Regione Toscana e la Società della Salute della Valdera e della Valdicecina. Il polo sociosanitario sorgerà in via Rospicciano e andrà in pratica ad implementare la struttura e l’attuale attività del distretto sanitario attualmente esistente.
«Un investimento strategico – ha sottolineato il primo cittadino – non solo per il salto di qualità in termini di servizi per il cittadino, ma anche per la ricaduta che questa nuova realizzazione avrà sull’indotto economico del nostro territorio. Si stima infatti che oltre 300 persone graviteranno attorno al centro sanitario ogni giorno».
L’iter per la realizzazione è stato avviato nel 2016 con la stipula del protocollo di intesa tra Comune di Ponsacco, Azienda sanitaria e Società della salute. Secondo il programma il cantiere dei lavori dovrebbe essere aperto entro questo anno mentre per l’ entrata in funzione del nuovo polo sanitario bisognerà attendere la primavera del 2021. Il nuovo centro ospiterà il centro prelievi, il dipartimento di prevenzione e la Casa della salute che dovrebbe contribuire all’alleggerimento del carico di codici bianchi al pronto soccorso dell’ospedale Lotti di Pontedera.
L’attività del polo sociosanitario di Ponsacco sarà distribuita su un’ area di 2.800 metri quadrati, l’investimento complessivo è invece stimato in oltre 3milioni. Due milioni e 200mila euro saranno impiegati per le opere di costruzione, gli impianti, le sistemazioni esterne e le opere di sicurezza. 900mila euro saranno invece impegnati per allacciamenti, spese tecniche, spese per le commissioni giudicatrici, gli arredi e le attrezzature.

Fonte: La Nazione Pisa

(Visto 43 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *