Policlinico, si accendono nuove telecamere «Più sicurezza per pazienti e professionisti»

Un ospedale più sicuro e più controllato. Da oggi è attivo il sistema di videosorveglianza con 42 telecamere installate nei punti strategici. «Più sicurezza per professionisti, pazienti e visitatori grazie all’ attivazione del servizio di videosorveglianza al policlinico Santa Maria alle Scotte». Ad annunciarlo è il direttore generale, Valter Giovannini, considerando che verranno attivate oltre 40 telecamere sia all’ interno che all’esterno e altre 8 verranno installate nei prossimi mesi. More…

Il sindaco attacca Rossi: «L’ospedale di Volterra è stato dimenticato»

«Le due sale operatorie sono utilizzate poco. Il laboratorio di analisi lo stesso. Il pronto soccorso non ha l’ automedica di notte e, se possono, mandano i pazienti del 118 a Cecina e a Pontedera. Inutile girarci intorno. L’ospedale di Volterra lavora a scartamento ridotto. Non funziona come potrebbe funzionare». Manca meno di un mese alle elezioni comunali. Marco Buselli è due legislature che si batte per valorizzare l’ospedale di Volterra. Ora però sono finiti i tempi di salire sulla torre. Buselli sta per togliersi la fascia tricolore di primo cittadino. Ma prima di salutare non rinuncia a lanciare l’ennesimo allarme. More…

Un centro di microchirurgia per abbattere le liste di attesa

Un polo specializzato nella chirurgia della spalla e del gomito, che lo scorso anno ha fatto più di 500 interventi ordinari, oltre ad operazioni di microchirurgia. E che in due anni di lavoro è riuscito ad abbattere le liste d’attesa dai 18 fino agli attuali 3, 4 mesi. Dallo scorso dicembre ha anche un nome ufficiale: si chiama Cast (centro chirurgia arto superiore Toscana Centro), fa parte dell’Asl Toscana Centro, è diretto dal dottor Simone Nicoletti esi snoda in due diverse strutture, l’ospedale di Pistoia e la clinica Villa Fiorita a Prato. More…

Asl Toscana Sudest, Dei e Ghelardi confermati alla direzione sanitaria e amministrativa

Il direttore generale dell’Ausl Toscana sud est, Antonio D’Urso, ha confermato Simona Dei come direttore sanitario e Francesco Ghelardi come direttore amministrativo. Una decisione all’insegna della continuità che riconosce le competenze, la passione, lo spirito di appartenenza ed il lavoro fatto negli ultimi anni, da quando, nel 2016, le tre Asl di Arezzo, Siena e Grosseto hanno dato vita ad un’unica Azienda sanitaria. More…

I medici di famiglia fanno il ponte e al pronto soccorso è affluenza record

Giovedì nero per il pronto soccorso di Cisanello. Proteste e disagi hanno chiuso una giornata impegnativa. Una giovane di Fauglia, che era stata punta da una zecca durante una gita nel bosco, è rimasta nei corridoi per molte ore, in attesa del trattamento antitetanico e prima ancora per togliere la zecca dalla gamba. E il suo non è stato un caso isolato: alle 22.15, nella sala d’aspetto dell’area dell’emergenza, c’erano una cinquantina di persone, alcune delle quali erano arrivate alle 15 e ancora aspettavano di capire quando sarebbe arrivato il loro turno. Nel frattempo, le persone continuavano ad arrivare. More…

In Toscana laureati nei pronto soccorso

La Toscana corre ai ripari. Per far fronte alle carenze di personale nei pronto soccorso, in “grave sofferenza di organico, sia per i medici sia per gli infermieri”, la Regione ha dato il via libera all’assunzione di laureati in medicina ancora privi di specializzazione, da formare e assumere con contratti libero professionali “formazione lavoro”. La misura è contenuta in una delle due libere approvate dalla Giunta, che ha formalizzato questa soluzione per rispondere all’importante aumento degli accessi registrati nel 2018, oltre un milione e mezzo. More…

Allarme per la carenza di medici «Mancano anestesisti e pediatri»

“Quota 100” è un falso problema. La mancanza di medici andrà ad aggravarsi, rispetto a quella già stimata, come conseguenza della “gobba pensionistica” prevista fino al 2025 non tanto perché la nuova legge ne agevola l’uscita, quanto perché l’accesso dei neo laureati alle scuole di specializzazione è limitato per legge. Da diversi anni, tremila dei diecimila laureati l’anno non hanno accesso alla specializzazione e quindi ai concorsi per entrare nel servizio pubblico. More…

Liste d’attesa, convenzione con il privato

Liste d’attesa lunghe: per smaltire migliaia di prestazioni arriva la convenzione con un centro privato. Lo ha deciso il nuovo direttore generale dell’Asl Toscana sud est Antonio D’Urso che – a poche settimane dall’insediamento a capo dell’area vasta Arezzo, Siena e Grosseto – ha firmato una delibera che amplia la convenzione in vigore con Alliance medical Diagnostica srl (e già attiva ad Arezzo con l’istituto Andrea Cesalpino) per includere nel contratto anche lo studio maremmano Andrea Vesalio (sempre facente capo ad Alliance srl), con sede a Grosseto in via Rubino.
Ecografie, Tac o risonanze potranno essere dirottate al privato convenzionato secondo una precisa pianificazione aziendale e con tetti massimi di spesa e prestazioni. More…

L’ Asl ricorrerà contro il maxi-risarcimento ai medici

Condannata a pagare 10 milioni di retribuzione accessoria arretrata, è molto probabile che l’Asl Toscana Centro ricorrerà in Appello contro la decisione di primo grado del giudice di lavoro di Pistoia. Una vicenda annosa dall’ esito che, almeno dopo la prima sentenza, ha davvero del clamoroso. Anche perché l’attuale azienda ha solo ereditato la patata bollente, nata e conclusa quando ancora non esistevano le maxi-Asl di area e la sanità era governata a livello provinciale, nel caso di Pistoia dall’Asl 3. More…

Medici pistoiesi i meno pagati in Toscana e il giudice del lavoro condanna l’Asl

L’Asl Toscana Centro dovrà restituire almeno 10 milioni (circa un milione l’anno, secondo i calcoli dell’Intersindacale medica) ai medici e veterinari dipendenti dell’ex Asl 3 a cui non è mai stata assegnata in busta paga la retribuzione accessoria. Lo ha stabilito il giudice del lavoro di Pistoia accogliendo il ricorso presentato nel 2011 da 337 dirigenti medici che, a partire dal 1998 fino al 2007, a differenza dei loro colleghi delle altre Asl toscane, non avevano ottenuto questo riconoscimento. Un contenzioso, dunque, che si trascina da oltre vent’anni, durante i quali si sono avvicendate varie direzioni sanitarie, nessuna delle quali ha però risolto il problema, fino a quando l’ Asl 3 non stata inglobata nella maxi-azienda Toscana Centro. More…