Medici e sindacati nuove richieste all’Asl: «Chi deve tutelarci?»

Il primo sindacato a dichiarare lo stato di agitazione dei medici 118 della Val di Cornia è stato la Uil Fpl, che sul territorio è il più rappresentativo. Passo che il 30 dicembre è stato fatto anche dal Sindacato nazionale autonomo dei medici italiani (Snami). All’origine c’è la situazione di conflitto che si è creata con la denuncia per interruzione di servizio pubblico fatta dal medico del 118 Giovanni Belcari a carico del governatore della Misericordia di San Vincenzo Emanuele Giovani reo a suo dire nella tarda mattina del 2 dicembre di aver impedito all’ambulanza dell’associazione su cui prestava servizio come medico del 118 di partire nei tempi dovuti. More…

Il chirurgo dei trapianti su Facebook: «Stanco di politici incompetenti». Saccardi: no depotenziamenti a Pisa

Ha già quasi 10 mila condivisioni, circa 3.000 commenti e oltre 24mila «mi piace» il post di un chirurgo dell’Azienda ospedaliera di Pisa, Daniele Pezzati, che è diventato anche uno sfogo in difesa del suo lavoro e di quello dei colleghi anche contro i politici «che cercano disperatamente una scusa per depotenziarci ed aprire un (inutile) ulteriore centro a Firenze». More…

Efficienze energetiche a confronto, il San Donato di Arezzo è un’eccellenza europea

Un importante e prestigioso riconoscimento per l’Azienda USL Toscana Sud Est arriva da uno studio condotto nell’Università di Warwick, in Gran Bretagna. Lo studente Jacob Stapley, coordinato dal Professor Lillywhite, ha messo a confronto l’impatto ambientale generato dal funzionamento di tre differenti ospedali europei: l’ospedale di Utrechet nei Paesi Bassi, l’ospedale di Coventry in Gran Bretagna e l’ospedale San Donato di Arezzo, prendendo particolarmente in esame la Dialisi. More…

Sovraffollamento all’ospedale: ecco il piano dell’Asl per il 2019

Ha funzionato durante il picco di influenza dello scorso anno e «quindi può funzionare sempre». Cioè nei momenti in cui, per qualsiasi motivo, si verifichi un aumento eccessivo di accessi al pronto soccorso e/o ricoveri in medicina generale. Per questo l’Asl ha deciso di estendere il piano di emergenza per l’influenza (sperimentato da dicembre 2017 al marzo 2018) a tutto l’anno. More…

Tagli alle attese per le ecografie, si prova coi centri convenzionati

La risposta al problema c’è e si chiama “privato”. Vero, questa volta non sborsi tu e sborsa l’azienda sanitaria, ma il succo rimane quello: il pubblico non riesce a far fronte alle richieste e chiede che ad allungargli una mano – e non gratuitamente – siano le strutture private. Ed è proprio chiedendo quella mano che l’Asl sta tentando di far fronte al problema delle liste di attesa. In quel di Massa, in quella che prima della riforma 2016, era l’Asl 1, la sforbiciata alle liste di attesa è arrivata sul fronte delle ecografie. Come? Beh, aumentando – e parecchio – le prestazioni erogate nelle strutture diagnostiche convenzionate. More…

L’Ordine dei medici contro lo spot che incita a chiedere risarcimenti

«Ora basta!». L’Ordine dei medici di Lucca si scaglia contro lo spot promosso da “Obiettivo Risarcimento”, che incita i cittadini a sporgere denuncia contro i medici per presunti casi di malasanità. Lo spot, andato in onda su alcune reti televisive, al momento è stato sospeso sui canali Rai. More…

Pisa, il chirurgo che fa trapianti anche a Capodanno: «Fiero ma stanco»

Un padre che lascia moglie e figli anche nella notte di Capodanno, per eseguire il suo lavoro: il chirurgo, in un centro specializzato per trapianti, quello di Pisa. E un post amareggiato ma pieno di orgoglio, che sta diventando su Facebook l’esempio di storia da cui ricominciare, il racconto da cui prendere spunto per trovare la forza e il coraggio di perseguire i propri obiettivi con rettitudine e onestà. È quello di Daniele Pezzati, chirurgo dell’Unità operativa di chirurgia epatica e del trapianto di fegato dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana, un centro di eccellenza italiano. More…

Tempi di attesa, i piani delle aziende: 15 mila interventi chirurgici e 300 mila prestazioni ambulatoriali in più

Nel luglio scorso la Regione aveva destinato alle aziende sanitarie e ospedaliero-universitarie la cifra complessiva di 10 milioni, perché mettessero a punto programmi straordinari per il contenimento dei tempi di attesa, sia per gli interventi chirurgici che per le prestazioni ambulatoriali, dando come scadenza la fine del 2018. Obiettivo, migliorare tempestività ed equità nell’accesso. More…

«Un osservatorio della salute pubblica per Lucca e la Piana»

La funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil chiede attenzione sulla sanità nel territorio della Piana. «È arrivato il momento che si faccia un’analisi approfondita della situazione a quasi tre anni dall’unificazione delle ex Usl, c’è bisogno di una verifica dello stato di salute dei servizi sanitari. Cosa c’era prima con l’Usl 2 e quello che abbiamo oggi». More…