Ortopedia, urgenze dirottate. Asl: «Stiamo cercando medici»

Buoni risultati al Noa di Massa

Sulla sospensione della guardia notturna per Ortopedia all’ospedale di Villamarina, con le urgenze dirottate su Livorno, e la situazione di mancata programmazione denunciata dal sindacato Fials la direzione dell’Azienda sanitaria Nord ovest respinge al mittente le accuse. «Sembra che il Fials non sia al corrente della mancanza di medici specialisti a livello nazionale e del fatto che la Regione Toscana, proprio per sopperire a tale carenza, abbia attivato una serie di percorsi compreso il finanziamento per 132 contratti di formazione specialistica».La direzione dell’Asl risponde al sindacato sulla questione degli ortopedici nell’ambito territoriale di Livorno e in particolare a Piombino. «Ciò premesso, il Fials sa perfettamente che è stato fatto tutto quanto possibile per reperire medici ortopedici per coprire tutti i turni. All’Isola d’Elba, grazie alla disponibilità del personale e ad alcune misure straordinarie, siamo riusciti a garantire la presenza degli ortopedici necessari per l’estate, mentre a Piombino ciò non è stato ancora possibile, questo non significa che non si stia lavorando per rilanciare l’ospedale». La direzione Asl ricorda che ad oggi è stato bandito il concorso per primario ortopedico. «Inoltre, per il periodo luglio, agosto e parte di settembre possiamo contare su un medico ortopedico di un altro territorio che volontariamente darà un contributo significativo al reparto, è stato reperito anche altro personale volontario che effettua prestazioni aggiuntive e si stanno vagliando le richieste di mobilità interna dando priorità proprio al presidio di Cecina – Piombino. Senza contare che sono stati pubblicati già molti avvisi per turni di specialistica ambulatoriale, con l’obiettivo di integrare l’ attività ortopedica in Val di Cornia. Abbiamo, infine, chiesto la disponibilità di medici alla Azienda Toscana centro, all’Azienda ospedaliera universitaria pisana e alla Croce rossa, e siamo in attesa di risposte al fine di attivare apposite convenzioni».
Due numeri. «Si precisa – dice l’Asl – che allo stato attuale i dirigenti ortopedici non responsabili di struttura presenti in azienda sono 98, di cui 26 sono assegnati all’ ambito territoriale di Livorno, una quota che l’azienda, come si capisce da tutte queste azioni attivate, è impegnata ad aumentare non appena potrà reclutare nuove risorse». E conclude: «Non da ultimo, si ricorda che la Regione ha deliberato la costituzione di una commissione di cui fanno parte la Regione Toscana, la Asl Toscana Nord ovest e la Asl Toscana Sud est, con l’obiettivo di rafforzare una serie di settori, tra cui l’ortopedia, sia con nuove assunzioni che con l’ acquisto di attrezzature e tecnologie».

Fonte: Il Tirreno Piombino

(Visto 33 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *