Medici convenzionati, trovato l’accordo con l’azienda sanitaria

Fumata bianca a Lucca sui medici del 118

Braccio di ferro medici 118 e Asl:fumata bianca. Raggiunta l’intesa tra l’azienda sanitaria nord ovest e i sindacati dei medici convenzionati 118, Snami, Smi e Uil Funzione Pubblica. Grazie a questo primo accordo, viene concretizzato l’obiettivo comune di uniformare gli istituti contrattuali su tutto il territorio aziendale, con una significativa valorizzazione economica per i medici convenzionati dell’emergenza che operano all’interno delle strutture aziendali di Pronto Soccorso. Inoltre, riconoscimenti economici sono garantiti per le “grandi festività nazionali”, per le “festività diurne” e per le “prefestività notturne”. L’accordo avrà decorrenza dal prossimo 1° novembre, una volta completati i necessari passaggi istituzionali, tra cui quello del comitato di medicina generale. Non è stata una trattativa facile e anche ieri si è rischiata la rottura.
Lo stallo è stato però risolto dopo un braccio di ferro interrotto di 6 ore e la buona volontà del direttore sanitario Lorenzo Roti; Snami, il sindacato che rappresenta la maggior parte dei medici convenzionati con l’Asl, annuncia la chiusura delle trattative che, pur non essendo pienamente rispondente alle aspettative de gli iscritti, sostanzialmente estende i benefici dell’accordo che Snami aveva ottenuto con la ex ASL 5 di Pisa e assegna per la prima volta un riconoscimento economico per i medici convenzionati che operano in molti Pronto soccorso: Cecina, Piombino, Lucca, Livorno e molti altri minori. «Segnaliamo tuttavia – spiega il sindacato – che non sono state soddisfatte le aspettative inerenti alcuni aspetti economici, come i rimborsi chilometrici per le sedi disagiate alcune delle quali restano ad oggi sguarnite dalla presenza di medici, specie nel polo nord dell’azienda, e il mancato inserimento di aspetti organizzativi di fondamentale importanza come la partecipazione dei medici alla programmazione del servizio, e la istituzione della figura del “referente orario”».

Fonte: Il Tirreno Lucca

(Visto 26 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *