Le richieste del Comitato a 6 mesi dall’assemblea «Che cosa è stato fatto?»

Il sindaco di Cecina, in cerca di risposte sulla sanità locale

Che ne è stato del tempo trascorso dall’assemblea pubblica dell’11 aprile? A chiederlo al sindaco di Cecina e presidente della conferenza dei sindaci dell’Asl Toscana Nord ovest Samuele Lippi, al consiglio comunale di Cecina, alla direttrice generale dell’Asl Maria Teresa De lauretis, all’assessore regionale al Diritto alla salute Stefania Saccardi e ai sindacati confederali e Fials è il Comitato salute pubblica di Cecina.«L’11 aprile è stato avviato il percorso di partecipazione che doveva concludersi con l’approvazione nei consigli comunali a giugno del Piano di attività locale (Pal): non ne abbiamo più saputo nulla – sostiene il Comitato nella sua lettera aperta – e non ci risulta che i Pal siano stati approvati, chiediamo quindi di conoscere le conclusioni a cui siete giunti e le misure che sono state prese per il diritto alla salute della cittadinanza coinvolta».
Sul tavolo la questione della mancanza di sale di emodinamica tra Livorno e Grosseto, ma chiedono anche di conoscere «cosa è stato fatto in merito alle ambulanze medicalizzate fisse ai presidi dedicate alle emergenze cardiologiche, di cui lo stesso sindaco di Cecina auspicava l’attuazione». E il tema delle liste d’attesa per la diagnostica.
«Chiediamo inoltre di sapere che misure sono state prese rispetto alle problematiche ripetutamente poste dalle persone disabili, relative principalmente al reparto di fisioterapia, ma non solo – prosegue la lettera aperta –. Chiediamo quindi risposte chiare sulle misure prese nei sei mesi trascorsi. Ma anche su cosa intendono fare i comuni di Cecina e Piombino per coprire i costi e i disagi dei cittadini, che spesso sono anziani, che hanno bisogno di quei servizi diventati “trasversali” per i due ospedali il che comporta spesso che se si vive a Cecina vieni dirottato a Piombino e viceversa. Continuiamo a credere che la soluzione non sia la rete sanitaria ma piuttosto la revisione del decreto Balduzzi».

Fonte: Il Tirreno Cecina

(Visto 34 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *