L’Asl manda i rinforzi in vista del boom di turisti

Nuovi codici in Pronto soccorso

L’Asl manda i rinforzi estivi, come promesso, all’ospedale Versilia. Che per la stagione in arrivo si aspetta l’ennesimo assalto di turisti, a cui vanno aggiunti i residenti e i proprietari di seconde case. Ma il piano dell’azienda sanitaria, operativo da giugno, non risolve tutti i problemi. È vero che ci saranno gli infermieri richiesti in aggiunta al pronto soccorso, anche al pediatrico: in totale saranno otto in più, assunti – secondo quanto riferisce l’Asl – con contratti interinali. Ma i medici restano quelli che sono, soprattutto in pronto soccorso dove la carenza denunciata è più grave e urgente per definizione. Col risultato che in pronto soccorso saranno i medici oggi in servizio, un totale di diciotto, a sobbarcarsi il lavoro aggiuntivo. Ovviamente lo faranno dopo aver raggiunto un accordo con la stessa Asl, che pagherà con moneta sonante le quasi 1.500 ore in più che questi medici dovranno accollarsi.
Dal 1° giugno, dunque, partirà il piano di potenziamento estivo dei servizi legati all’emergenza-urgenza nelle zone turistiche dell’Asl. Versilia in primis. «Come ogni anno – spiegano dall’azienda sanitaria – è necessario programmare azioni, possibili soltanto grazie all’impegno delle strutture e del personale, per fornire una risposta adeguata ad una domanda di prestazioni sanitarie che nei quattro mesi estivi in alcune località aumenta sensibilmente, in certi casi fino quasi a raddoppiare». Qualche numero? Tra giugno, luglio e agosto del 2017 il pronto soccorso del “Versilia” ha registrato quasi 25.000 accessi, 1.200 in più rispetto all’estate precedente.
«Sul fronte dei potenziamenti estivi – prosegue la nota – l’Asl Toscana Nordovest si muove in maniera omogenea su tutto il territorio e con un unico piano, grazie al lavoro di programmazione effettuato nei mesi scorsi in particolare dai dipartimenti dell’emergenza urgenza ed infermieristico. È bene, però, ribadire che dietro a questo piano di rafforzamento c’è un grande sforzo degli operatori, delle strutture e del sistema. Nonostante le crescenti difficoltà nel reperire risorse, l’azienda riesce infatti a garantire comunque servizi adeguati, nelle strutture di pronto soccorso ed in quelle di emergenza urgenza presenti sul territorio, grazie alla collaborazione del personale che partecipa ad alcuni progetti speciali su base volontaria».
Uno dei progetti su base volontaria – nel senso che il professionista aderisce spontaneamente – prevede 1.500 ore in più a carico dei medici in servizio, che vanno ad aggiungersi a quelle normalmente assicurate. Il rafforzamento riguarda soprattutto l’ospedale Versilia in cui, oltre alle ore in più svolte dai medici, sono previsti sei infermieri in più per il pronto soccorso ed altri due per il pronto soccorso pediatrico. Nella fascia oraria serale 20-24 nei mesi estivi ci saranno un medico ed un infermiere in più. Per quanto riguarda la centrale operativa del 118, anche quest’estate vengono messi a disposizione alcuni mezzi di soccorso aggiuntivi nei mesi di luglio ed agosto: un’ambulanza di stanza alla Misericordia a Torre del Lago 24 ore su 24; un’ambulanza di stanza alla Croce Verde di Lido 12 ore su 24; un’ambulanza di stanza alla Croce Verde di Forte dei Marmi 24 ore su 24. A questo si somma il servizio di guardia turistica che come ogni anno verrà svolto a Viareggio e a Forte dei Marmi.

Fonte: Il Tirreno Viareggio

(Visto 79 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *