Il servizio di oculistica resterà, sostituito il medico in pensione

Oculistica salva a Volterra

«Non c’è alcuna riduzione dell’attività di oculistica a Volterra ma, al contrario, sarà sostituito il dottor Stagi che, dal 30 luglio, è andato in pensione. Infatti, è già chiuso il bando per la mobilità extraregionale ed è stata formata la graduatoria dalla quale è stato selezionato un medico che prenderà servizio prossimamente». È quanto afferma l’Asl Toscana Nord Ovest dopo le polemiche di questi giorni che hanno riguardato il reparto di oculistica di Volterra.«Purtroppo nelle ultime due settimane non è stato possibile coprire tutti i turni a causa della concomitanza delle ferie con il collocamento a risposo dell’oculista. La Asl rassicura la popolazione e garantisce che da lunedì prossimo la situazione tornerà alla normalità e fa presente che a Volterra le liste di attesa per l’oculistica sono le migliori di tutto il territorio aziendale con pochissimi giorni di attesa», conclude la nota dell’azienda sanitaria locale. A sollevare l’attenzione sui problemi dell’ospedale della città etrusca è stata Roberta Benini, consigliera comunale di Per Volterra.
«Credevamo di aver risolto tutto con il rientro del dottore nell’ortopedia e invece per mancanza di un altro che è andato in ferie, giustamente, ci troviamo ad essere scoperti nel reparto di oculistica». Una cosa che i Volterrani non accettano di buon grado. «Dobbiamo chiedere spiegazioni all’Asl, perché deve garantire il servizio di oculistica che in questo momento non copre quelle che sono le visite presso l’ospedale di Volterra, che serve non solo per il comune di Volterra ma per tutta la cittadinanza della Valdicecina e non solo», ha detto la consigliera.
«In questo momento Volterra è piena di turisti – sono le parole di Benini -, per qualunque problema legato all’ oculistica siamo costretti ad andare all’ ospedale di Pontedera. Questa cosa è intollerabile, soprattutto se deriva da una mancanza dovuta ad un normale periodo di ferie. La rete che dovrebbe e deve essere garantita dall’azienda Asl in questo momento non sta ancora una volta funzionando e questo non deve essere permesso». Sulla questione ospedale il gruppo “Per Volterra” ha chiesto la convocazione di un consiglio comunale aperto.

Fonte: Il Tirreno Pisa

(Visto 19 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *