«I premi in pagamento entro gennaio»

Con il neodirettore del Dipartimento alla salute cambio in vista per la sanità toscana

«Non corrisponde al vero l’affermazione secondo cui i medici dell’Azienda ospedaliero­-universitaria pisana non abbiano percepito l’indennità di risultato per il mancato invio delle schede di valutazione. Il processo di valutazione si è concluso la scorsa settimana e il pagamento delle indennità avverrà nel corrente mese, il primo utile in considerazione dei tempi dettati dalle intese con il collegio sindacale stabilite per legge».

È la precisazione dei vertici degli ospedali di Cisanello e Santa Chiara, che rispondono così al sindacato Anaao Assomed, secondo cui 700 dottori sarebbero rimasti senza premio di risultato. «Tutte le valutazioni dei dipendenti si sono svolte nei tempi stabiliti dall’Azienda ­ rimarca l’Aoup ­ e tale informazione è certificata proprio dall’utilizzo della nuova piattaforma di supporto al processo recentemente introdotta dall’ Azienda. Il percorso di valutazione prevede anche una fase obbligatoria di comunicazione dei risultati e colloquio individuale, al termine della quale i valutatori devono far seguire un completo invio delle schede di valutazione agli uffici aziendali preposti». Un invio­ precisano da Cisanello ­ che «si è completato come sopra detto la scorsa settimana. Sono previste anche sanzioni a carico dei valutatori, in caso di inadempienze nella gestione del processo, che prevedono la mancata erogazione del premio di risultato oltre a costituire motivo di valutazione negativa. L’Azienda farà pertanto valere tali elementi per quei soggetti che risulteranno non aver adempiuto correttamente agli obblighi regolamentari». «Si specifica da ultimo che l’Azienda ­- spiegano ancora dall’ Aoup -­ ha completato nel corso del 2017 l’introduzione di un nuovo sistema di valutazione con un essenziale supporto esterno. Tale nuovo sistema, oltre ad aver notevolmente semplificato l’ iter procedurale attraverso la digitalizzazione delle schede in sede di valutazione, ha introdotto una nuova metodologia incentrata sulla ricerca di elementi più oggettivi, la cui introduzione è avvenuta nel pieno rispetto di tutti i passaggi con le organizzazioni sindacali previsti dalla contrattazione collettiva».

Fonte: Il Tirreno Pisa

(Visto 71 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *