Grosseto, piano 118: le linee guida saranno note il 17 febbraio

Massimo Mandò, direttore dipartimento emergenza-urgenza Asl sud-est

I vertici dell’Asl rispondono ad alcune associazioni di volontariato che due giorni fa si erano rivolte a Il Tirreno per denunciare ritardi e promesse non mantenute nella ridefinizione della rete dell’emergenza-urgenza della Asl sud est.

«Il progetto di riorganizzazione ­scrive l’azienda ­prosegue come previsto e comunicato a suo tempo ai nostri interlocutori. Siamo semplicemente in attesa dell’approvazione di linee guida regionali, che avverrà a breve da parte della commissione consiliare regionale permanente sulla emergenza­urgenza, che si riunirà il 17 febbraio. In quella data verranno dettagliate le linee di indirizzo cui le Aziende dovranno uniformarsi nei piani di riorganizzazione delle rispettive reti. Dopodiché porteremo a compimento quanto annunciato fin da novembre 2016». Il direttore del dipartimento di emergenza­urgenza Massimo Mandò è chiaro sui tempi di attuazione del nuovo piano per il 118 e la rete del soccorso che riguarda il territorio provinciale di Grosseto: «Dalla riunione della Commissione permanente ­ spiega usciranno le linee di indirizzo regionali, che, peraltro, sono quelle anticipate nel nostro programma di riorganizzazione. Tant’è che la provincia di Grosseto sarà la prima in Toscana, insieme a quella di Livorno, a sperimentare il nuovo sistema organizzativo. In questo momento non possiamo prescindere dalle decisioni che verranno assunte dalla Commissione e dalle indicazioni a cui le Aziende dovranno attenersi, compresi gli aspetti legati alla collaborazione con il volontariato». E proprio sui rapporti con le associazioni interviene il direttore generale Enrico Desideri, ricordando come siano sempre stati improntati alla massima collaborazione. «Il ruolo del volontariato è fondamentale in tutti i settori di intervento dell’Azienda sanitaria ­ spiega Desideri ­ e rappresenta spesso il punto di contatto privilegiato con la comunità. Il nostro obiettivo è continuare a lavorare insieme, come avvenuto finora, per garantire servizi sempre migliori e rispondenti ai bisogni dei nostri assistiti, per il bene dei cittadini».
Fonte: Il Tirreno Grosseto

(Visto 29 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *