Grave carenza di sangue. L’ Asl: «Venite a donare»

Appelli ai donatori per contrastare la carenza

«Continua in Toscana, così come a livello nazionale, una grave carenza di sangue, per cui esortiamo i cittadini ed i donatori in buona salute a recarsi presso i Centri Trasfusionale collocati negli ospedali di Massa, di Pontremoli e di Fivizzano, per donare sangue e plasma». È l’accorato appello di Anna Baldi, direttrice del servizio Trasfusionale dell’Azienda Usl Toscana nord ovest per l’ ambito di Massa e Carrara.La dottoressa Baldi esorta inoltre la preziosa collaborazione delle associazioni per il dono del Sangue, affinchè possa essere intensificata la chiamata dei donatori ed evitare così blocchi di attività negli ospedali, soprattutto nell’attività chirurgica. «Tutti i gruppi sanguigni sono necessari ma, in particolare, vi è carenza di zero negativo, zero positivo, A positivo, A negativo» specifica il direttore del Trasfusionale. Negli ospedali il sangue è una necessità quotidiana; ogni volta che si verifica una carenza di sangue, diventa drammatica non solo la gestione di eventi eccezionali come i disastri o gli incidenti, ma anche e soprattutto la quotidiana attività sanitaria che coinvolge la maggior parte degli interventi chirurgici e di alta specialità della cardiochirurgia, l’attività del pronto soccorso, le terapie oncologiche contro tumori e leucemie, i trapianti di organo e di midollo osseo.
Per fare fronte all’emergenza sangue e alle quotidiane necessità trasfusionali, nella nostra Provincia è previsto un intenso calendario con giornate straordinarie dedicate alla donazione: domenica 13 e domenica 27 settembre presso l’ ospedale Apuane di Massa, al mattino, sarà possibile effettuare la donazione di sangue e plasma. Donazioni no stop di sangue e plasma fino al pomeriggio previste per: domani presso il Centro Trasfusionale dell’ospedale di Massa; giovedì 24 presso il Centro Trasfusionale dell’ospedale di Fivizzano; venerdì 25 presso il Centro Trasfusionale dell’ospedale di Pontremoli.
La dottoressa Baldi coglie l’occasione per ringraziare le associazioni di volontariato Avis e Fratres e tutti i donatori di sangue che hanno risposto alle richieste sanitarie; una gara di solidarietà e di corretta programmazione con le nostre strutture trasfusionali, che ha portato ad un aumento di donazioni nella nostra Provincia nel periodo estivo, di oltre 100 donazioni in più rispetto a luglio e agosto dello scorso anno, aiutando a garantire gli interventi chirurgici, le urgenze, le richieste dei pazienti oncologici. Ancora una volta la nostra provincia si caratterizza per il grande senso di solidarietà e responsabilità, nella programmazione delle donazioni di sangue ed emocomponenti. Si può prenotare la donazione presso le propria associazione di riferimento Avis e Fratres, o direttamente ai Centri Trasfusionali (dalle ore 11 alle ore 13) dell’ospedale Apuane di Massa (Noa)- 0585/498236; dell’ ospedale di Fivizzano 0585/ 940232; dell’ ospedale di Pontremoli – 0187/462227. «Donare il sangue e il plasma – ricorda ancora la dottoressa Anna Baldi – « è un modo concreto di esprimere la solidarietà verso il prossimo, perché donare salva la vita ai pazienti».

Fonte: Il Tirreno Massa-Carrara

(Visto 4 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *