Giani all’ex Pirelli per l’ospedale che verrà. «Qui nascerà un nuovo modello di sanità»

La Toscana per ora non chiude

La visita Il neo presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, ha compiuto ieri un sopralluogo nell’area “ex Pirelli” di Livorno dove sorgerà il nuovo ospedale. Ad accompagnarlo c’ erano il sindaco di Livorno Luca Salvetti, la direttrice generale dell’azienda Usl Toscana nord ovest Maria Letizia Casani, e il consigliere regionale Francesco Gazzetti.«Per la comunità livornese e l’ intera rete ospedaliera toscana si tratta di un progetto importante, la cui realizzazione consentirà di dar vita a un modello organizzativo sanitario flessibile, in grado di mettere ancora di più al centro le esigenze dei pazienti, migliorando il lavoro degli operatori sanitari e utilizzando al meglio le risorse a disposizione – dichiara il governatore Giani -. Per la Regione Toscana è un intervento rilevante, frutto di un accordo di programma, sottoscritto a suo tempo con tutti i soggetti istituzionali interessati, con l’obiettivo primario di dare risposte concrete al fabbisogno sanitario del territorio, puntando sulla qualità dei servizi ed al potenziamento delle prestazioni erogate. Un intervento che, naturalmente, accompagneremo anche con una grande attenzione alle questioni della sanità territoriale”.
«Il nuovo presidio ospedaliero sarà realizzato nell’area denominata ex-Pirelli (circa 31.400 metri quadrati), già individuata dal “Documento di fattibilità delle alternative progettuali approvato dalla Asl Toscana nord ovest e dal Comune di Livorno nel maggio scorso. Avrà una superficie utile complessiva di circa 66.300 metri quadrati, per un volume complessivo di circa 285.000 metri cubi, oltre a circa 9.600 mq che saranno dedicati ad area di parcheggio per il personale dipendente. L’ edificio avrà un piano interrato e 4 piani fuori terra. Le risorse finanziarie sono stimate dalla Regione in 245.000.000 di euro. Di questa cifra:750.000 euro sono già stati assegnati alla Asl Toscana nord ovest per la copertura di parte dei costi relativi alle indagini preliminari per lo studio di fattibilità tecnico-economica; 19.000.000 necessari per la progettazione definitiva ed esecutiva sono già stati assegnati nel gennaio 2020; 225.250.000 sono stimati per il completamento dell’ investimento complessivo.
Di questi: 171.000.000 per la costruzione del nuovo edificio sono stati assegnati dalla Regione alla Asl Toscana nord ovest; altri 54.250.000 euro (una stima prudenziale che dovrà essere aggiornata, presumibilmente, al ribasso), per la dotazione degli arredi e di attrezzature sanitarie, verranno assegnati alla Asl nord ovest dal 2022 in poi.

Fonte: Il Tirreno

(Visto 8 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *