Coordinamento Anaao Donne, una realtà in rampa di lancio

Il Coordinamento Anaao Donne una realtà ormai consolidata

Un’occasione da non perdere. Dopo la due giorni di Chianciano Terme, dove è stata presentata una survey sulla condizione della donna all’interno della sistema sanitario toscano, il Coordinamento Anaao Donne Toscana è pronto a nuove sfide. Iniziando da una serie di confronti sul territorio.«Il primo obiettivo – hanno dichiarato le responsabili – è capire in quale direzione muoversi, toccando con mano la quotidianità delle lavoratrici. Solo in questo modo saremo in grado di migliorare, ed eventualmente correggere, la nostra azione». Oggi si è svolta la prima tappa del tour, a Siena. Al centro dell’incontro, la costituzione di una rete regionale del Coordinamento; la formazione in tema di politiche di genere; le azioni da compiere zona per zona in base anche a quanto emerso dalla survey. In programma ci sono già altri due appuntamenti: Arezzo-Valtiberina (3 maggio) e Grosseto (24 maggio).
Il secondo step è accrescere il gruppo di lavoro. A Chianciano hanno partecipato molte rappresentanti di altre zone del Paese, che si sono dette pronte a replicare l’iniziativa. In prima fila c’è l’Abruzzo. A L’Aquila il 12 maggio si svolgerà il convegno “La sanità del futuro in Abruzzo” e alcune rappresentanti del gruppo Anaao Donne sono state invitate per raccontare l’esperienza del Coordinamento.
E’ logico quindi pensare che la Toscana, capofila del progetto, si voglia far trovare pronta con una base sempre più grande. In previsione c’è poi il rinnovo delle cariche dirigenziali dell’Anaao Assomed Toscana e in cantiere ci sarebbe la volontà di strutturare in pianta stabile il Coordinamento.
Riguardo alle iniziative, la raccolta dei dati della survey si è conclusa da poco. Il campione ottenuto permette di inquadrare al meglio la situazione regionale. Tra poco sarà pubblicata l’elaborazione definita. Questa esperienza, al di là dei risultati, ha suscitato notevole interesse e in autunno dovrebbe partire l’analisi sulle donne biologhe in Toscana.
Per chiudere il cerchio, nella primavera del 2019 sarà replicato il convegno di Chianciano. L’obiettivo è trasformarlo in un punto di riferimento per le politiche di genere che assuma da subito una caratura nazionale.

(Visto 340 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *