Comportamento antisindacale: condannato il Meyer

Fabio Cricelli, presidente Aaroi Emac Toscana

L’ospedale pediatrico Meyer è stato condannato per con­ dotta antisindacale dal tribu­nale di Firenze in relazione al­ lo sciopero degli anestesisti e rianimatori dello scorso 16 dicembre. Lo rende noto l’Associazione anestesisti e rianima­ tori ospedalieri italiani (Aaroi ­ Emac). Secondo quanto precisato in una nota, il 26 aprile scorso il giudice del lavoro «ha accolto integralmente il ricorso dell’associazione nei confronti del Meyer per non aver comunicato all’organiz­zazione sindacale e a tutti gli interessati, entro il quinto giorno precedente la data di effettuazione dello sciopero, i nominativi dei dirigenti inclu­si nei contingenti minimi».

«La sentenza è estremamente chiara e accoglie total­mente le nostre ragioni afferma Fabio Cricelli , presi­dente Aaroi ­Emac Toscana . Inoltre, rispetto ad altre sentenze pur favorevoli, questa volta viene dichiarata l’anti­sindacalità della condotta della Azienda ospedaliero­uni­versitaria Meyer sia nei con­ fronti del sindacato, sia nei confronti dei singoli interes­sati e iscritti. «Pur avendo ot­tenuto pienamente ragione in sede processuale prose­gue Cricelli rimane l’amarezza per il fatto che a decine di colleghi sia stata nella so­ stanza preclusa la possibilità di scioperare. Estremamente triste dover concludere che numerose aziende finiscono per ignorare e disapplicare le disposizioni sullo sciopero, con il risultato, forse inconsa­pevole, di pregiudicare l’esercizio del relativo diritto.

Fonte: Il Tirreno

(Visto 113 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *