Chirurgia Elba: la Regione chiederà una deroga al decreto Balduzzi per l’istituzione di una struttura complessa

A Portoferrraio in arrivo l'unità di chirurgia complessa

L’ospedale di Portoferraio è strategico, per questo gli verrà ritagliato uno spazio specifico all’interno del nuovo piano sanitario regionale e sarà chiesta la deroga al decreto Balduzzi per la riattivazione della struttura complessa di chirurgia generale. Lo ribadisce la ASL Toscana nord ovest a sostegno di quanto ha già annunciato Stefania Saccardi durante l’ultima sua visita sull’isola. Dato che il passaggio ad unità operativa semplice non è evitabile a seguito del pensionamento dell’attuale primario, nell’immediato e in attesa del piano e della deroga, la ASL ha deliberato l’istituzione di una struttura semplice, in modo da garantire la presenza a Portoferraio di un professionista di qualità, stanziale che sarà sostituito in caso di assenza da un medico di Piombino. In questo modo non verranno ridotti i servizi né modificate le risorse umane e strumentali, ma verrà garantita un’assistenza di qualità in un territorio che merita di essere valorizzato sia per la popolazione residente che per l’alto afflusso turistico nei mesi estivi.

(Visto 7 volte, 1 visite giornaliere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *