Sanità, salgono a nove i reparti senza primario. Usl: “Interventi subito ma qualità alta”

«Certo è una situazione impegnativa»: nel linguaggio di Enrico Desideri, sorriso d’ordinanza e ottimismo al comando, non è un grido d’allarme, è quasi uno strillo. «Sono usciti professionisti di grido». Ma recupera subito, snocciolando il meglio della sua carica. Sul tavolo l’ospedale «groviera»: non in termini di servizi ma di primari, navi magari efficienti ma senza comandanti, se non provvisori. More…

L’Ordine dei medici contro lo spot che incita a chiedere risarcimenti

«Ora basta!». L’Ordine dei medici di Lucca si scaglia contro lo spot promosso da “Obiettivo Risarcimento”, che incita i cittadini a sporgere denuncia contro i medici per presunti casi di malasanità. Lo spot, andato in onda su alcune reti televisive, al momento è stato sospeso sui canali Rai. More…

Festività, emergenza medici. L’Asl assicura: servizi garantiti

Al lavoro per trovare una soluzione e garantire durante le festività natalizie il servizio di guardia medica e la presenza di medici di medicina generale in tutti gli ambulatori sanitari della provincia. Sono cominciati ieri gli incontri, coordinati dall’Asl Toscana centro, con i rappresentanti dei medici di medicina generale dell’area pistoiese. L’obiettivo è “riempire” i turni rimasti scoperti nel periodo più critico, quello compreso fra sabato 22 e mercoledì 26 dicembre, determinati dall’assenza di dottori disponibili a lavorare durante il lungo “ponte natalizio”. More…

«Medici scovati sul web? Meglio una verifica in più»

Per una panoramica completa, una pulizia dei denti e uno smacchiamento bastano 19,90 euro. Se al posto dello smacchiamento vogliamo lo sbiancamento dei denti il prezzo sale, ma nemmeno troppo: 39,90 euro e si esce dal dentista con un sorriso scintillante come quello di un attore di Hollywood. More…

Medici e sindacati ai vertici Asl: «Episodio da non sminuire»

Si aspettano prese di posizione le segreterie territoriali dei sindacati dei medici Snami e Smi e della Uil–Fpl dai vertici dell’Azienda sanitaria Asl Nord ovest, dal presidente della Conferenza dei sindaci e dalla Confederazione delle Misericordie dopo la denuncia per interruzione di servizio pubblico fatta dal medico del 118 Giovanni Belcari a carico del governatore della Misericordia di San Vincenzo Emanuele Giovani reo a suo dire nella tarda mattina del 2 dicembre di aver impedito all’ambulanza dell’associazione su cui prestava servizio come medico del 118 di partire nei tempi dovuti. More…

Arrivano le festività natalizie è caccia alle guardie mediche

Arrivano le feste di Natale e coprire i turni per il servizio di guardia medica (oggi denominata “continuità assistenziale”) diventa un’impresa. I motivi sono due: da un lato l’ormai cronica carenza di medici sfornati dalle università, la cui penuria si fa sentire al Pronto soccorso, nell’Emergenza territoriale (il 118) e tra i medici di famiglia. L’altro motivo – meno impattante ma che di certo non ha aiutato a reperire personale – è la riduzione dello stipendio per i giorni della vigilia, di Natale, di Santo Stefano, dell’ultimo dell’anno, del 1° gennaio e per Befana. More…

«Mancano caposala, bloccati gli interventi di artroprotesi: sanità in fallimento»

«L’Asl Toscana Nord Ovest continua a distinguersi per la chiara volontà di abbandono del territorio della Lunigiana attraverso il continuo depotenziamento di servizi di sanità ospedaliera e territoriali». Il capogruppo di maggioranza del comune di Pontremoli Jacopo Ferri torna ad attaccare l’azienda sanitaria. Tre i punti “critici”messi in luce: la sospensione degli interventi di artroprotesi programmati, la situazione delle caposala nei plessi ospedalieri lunigianesi ed infine la situazione, altrettanto della Prevenzione e della unità funzionale di Veterinaria e Sicurezza alimentare. More…

Tagli, il San Camillo nella bufera. A rischio sessanta posti di lavoro

La casa di cura San Camillo è pronta a presentare ricorso al Tar contro la delibera regionale che impone un tetto alle prestazioni in convezione con la Asl. Ieri intanto si è tenuta l’assemblea promossa da Cgil Cisl e Cisal per illustrare le conseguenze dei tagli imposti dalla Regione: circa 60 posti di lavoro a rischio da gennaio, oltre ai rischi di sopravvivenza della stessa struttura. More…

Medici pisani pagati meno dei colleghi del resto della Toscana

I medici dei grandi centri sanitari di Pisa, Firenze e Siena guadagnano 4500 euro in meno all’anno dei colleghi dei presidi ospedalieri minori come Massa e Lucca. Per azzerare questo paradosso, e riportare equità tra i camici che sono tutti bianchi in egual misura, la Regione mette sul piatto ben sei milioni di euro. More…

Acque agitate nella sanità privata

La Regione riduce i tetti delle cliniche convenzionate e subito arrivano le minacce di ridurre l’attività e un incontro tra la sanità privata e i sindacati dei lavoratori. L’appuntamento è fissato per oggi pomeriggio, quando i rappresentanti dei convenzionati incontreranno quelli dei lavoratori. «Se vogliono parlare di licenziamenti l’incontro finisce nel giro di pochi minuti», avverte Riccardo Bartolini della funzione pubblica Cgil. More…