Asl e medici del 118 non trovano l’accordo. «Giovedì ultimo tentativo, poi lasciamo»

La fumata non c’è stata. Né bianca né nera. Tutto è stato rinviato a giovedì: sarà l’ultima occasione per trovare un accordo che scongiuri l’ammutinamento dei medici del 118 che effettuano anche servizio all’interno del pronto soccorso di Cecina (ma la situazione è critica anche negli altri ospedali minori dell’Asl Toscana Nord Ovest, in primis a Piombino e a Castelnuovo Garfagnana). L’incontro tra i sindacati dei medici e i vertici dell’Asl programmato lunedì pomeriggio a Pisa è finito con un nulla di fatto. More…

Medici via dal Pronto Soccorso. L’Asl: 7 giorni per una proposta

Sette giorni. E’ il tempo chiesto dall’azienda Asl Nord Ovest ai sindacati dei medici del 118 per trovare una soluzione al rischio emorragia di medici dal pronto soccorso. Un problema che tocca da vicino il presidio di Cecina dal momento che – secondo le previsioni – da settembre dovrebbero lasciare il pronto soccorso cittadino 10 medici su 16. La vertenza dei medici del 118 è da giorni sul tavolo aziendale. Anticipata da una lettera scritta da 25 medici del 118 delle province di Livorno e Massa. Che chiedono, in sostanza, incentivi per l’attività di pronto soccorso diventata “insostenibile” (per numero di pazienti curati e per l’acuirsi del rischio clinico). More…

Il 118 in difficoltà mancano i medici e si riduce il servizio

Meno medici, il lavoro che è destinato ad aumentare. Per i cittadini l’estate si sta concludendo ma per il 118 non è finita. Mentre nelle città tra poco inizieranno i rientri, settembre sarà ancora un mese da piano ferie per i servizi di emergenza. E così si rischia di trovarsi in difficoltà. La centrale di Firenze, che copre anche la provincia di Prato, ha 15 medici in meno e anche per il mese prossimo è costretta a ridurre il lavoro di alcune postazioni. More…

«I neo laureati nei Pronto Soccorso un rimedio peggio del male»

«Il nostro sistema sanitario, costantemente definanziato, si è retto in piedi grazie alla capacità dei medici e del personale, nonostante gravi carenze strutturali. Se a queste carenze ci aggiungiamo medici e personale non qualificati, si rischia di provocare danni gravi ai pazienti». Filippo Anelli, presidente nazionale della federazione degli ordini dei medici e degli odontoiatri (Fnomceo), va all’attacco della decisione di alcune Regioni, tra cui la Toscana, di assumere medici non specializzati nei pronto soccorso per far fronte alla carenza di personale. «Il rimedio è peggiore del male— spiega— e avrà effetti negativi». More…

Pronto Soccorso Empoli, in servizio nuovo medico di emergenza e urgenza

Rinforzi al pronto soccorso dell’ospedale di Empoli con l’arrivo della dottoressa Chiara Gigli, medico specializzato in medicina d’urgenza, che è già entrata in servizio. La nuova dottoressa che ha 32 anni si è specializzata nell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Careggi, ed abita nel comune di Montelupo Fiorentino. More…

Firmato il nuovo contratto dei medici, era atteso da 10 anni: 200 euro di aumento medio mensile

È stato appena firmato all’Aran (Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni) il rinnovo del contratto dei medici e dirigenti del servizio sanitario nazionale, dopo un’attesa di 10 anni. Il contratto riguarda circa 130mila professionisti della sanità: “L’ipotesi di rinnovo, relativa al triennio 2016-18 – afferma il segretario Fp Cgil medici, Andrea Filippi – prevede un aumento medio pro capite di 200 euro al mese”. More…

A Siena i medici tornano a bordo delle ambulanze

“Su Siena era attiva una sperimentazione che utilizzava gli infermieri a bordo dell’ambulanza. Su richiesta dell’assessore Appolloni al posto dell’infermiere ci sarà un medico”. Parole del direttore della Asl Toscana Sud-Est Antonio D’Urso che al microfono di Siena News annuncia l’arrivo del medico, appunto, a bordo delle ambulanze nel territorio sanitario senese. Il progetto avrà un periodo di prova della durata di un anno. More…

Ortopedia, niente guardia notturna urgenze dirottate su Livorno

Almeno undici. E’ il numero dei chirurghi che mancano a Villamarina. Stavolta non sarà necessario sospendere l’ attività programmata delle sale operatorie, consuetudine estiva da anni, ed affrontare solo le emergenze. Perché le sedute si fissano in base al personale. E con questi numeri la sospensione viene in automatico un po’ in tutti i rami, senza bisogno di delibere Asl: dalla chirurgia generale (meno due medici), all’otorinolaringoiatrica (meno tre), passando per oculistica (meno due). Ancora più penalizzata ortopedia. Qui la carenza è di quattro professionisti. Ne sono rimasti 3. More…

Medicina d’urgenza e chirurgia, mancano specialisti

Sono anestesia e rianimazione, medicina e chirurgia d’urgenza, pediatria, radiodiagnostica, ostetricia e ginecologia, medicina interna e chirurgia generale le sette discipline mediche in cui in prospettiva, già fra qualche anno, si manifesteranno carenze di specialisti. Almeno per quanto riguarda la Toscana, ma il trend è più o meno lo stesso sul panorama nazionale, con numeri e necessità ancora maggiori. Questo è quanto rivela un’ analisi condotta nelle strutture del servizio sanitario regionale toscano, alla base della delibera regionale con cui sono state annunciate 132 borse di specializzazione a beneficio delle tre università toscane di Siena, Pisa e Firenze. More…