«Servizi sanitari adeguati alle esigenze»

Servizi per l’emergenza urgenza già oggi adeguati al territorio montano e tempi di intervento rispettati. Questa è, in sintesi, la risposta del direttore generale della Ausl Toscana centro, Paolo Morello Marchese, alle richieste avanzate dal Crest (Comitato regionale sanità Toscana) e dal coordinamento «Vogliamoilprontosoccorso», sia con le 8145 firme per il ripristino di un pronto soccorso a San Marcello (consegnate nel maggio 2017 all’assessore regionale Saccardi), sia con una lettera di raffronto fra l’ospedale (dotato di pronto soccorso) di Abbadia San Salvatore e il Piot Pacini. More…

L’Asl: «Nessun allarme organici»

L’Asl respinge le accuse dei sindacati e assicura l’impegno a stabilizzare il personale e a garantire una dotazione organica adeguata. «In merito all’ intervento di Cgil, Cisl e Uil sulla carenza di personale a Lucca – scrive l’Asl – i numeri evidenziano a dicembre 2018 (rispetto a dicembre 2016) un aumento di dirigenti medici a tempo indeterminato (+19, 422 contro 403), mentre si registra una riduzione dei medici a tempo determinato (-15, 12 invece di 27), con un saldo comunque positivo di 4 professionisti. More…

Per ampliare e sviluppare il Meyer in arrivo oltre 11 milioni di fondi pubblici

Ammontano a 11.150.000 euro le risorse statali messe a disposizione dalla Regione Toscana per l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze, una delle eccellenze della sanità pubblica toscana. Il dato stato diffuso in occasione dell’open day dedicato a bambini e famiglia. Gli investimenti sono previsti dall’accordo di programma integrativo per il settore degli investimenti sanitari stipulato da ministero della Salute e la Regione, con il ministero delle Finanze. More…

Crollo alla Gruccia, l’Asl: ospedale a regola

L’Azienda Sanitaria Toscana sud est tranquillizza gli utenti dopo il crollo di una piccola porzione di controsoffitto nel corridoio che conduce al reparto di radiologia dell’ospedale di Santa Maria alla Gruccia. E ricostruisce nel dettaglio i contorni di quanto è avvenuto nel pomeriggio di venerdì, confermando che il distacco del lamierino di copertura di una porta ha causato a reazione il cedimento di alcuni pannelli del rivestimento
proprio mentre passavano due operatori sanitari ed un paziente. More…

Primari, oncologia, liste: i nodi della «nuova» Asl

Un’agenda di quelle imbottite, elegante come un diario ma implacabile: sono i dieci punti della sanità aretina, anzi undici. Che negli anni cresciuta è si è moltiplicata, esempio la fuga in avanti sulla robotica, ma ha già pronti i suoi bravi nodi da sciogliere per Antonio D’Urso, l’erede in pectore di Enrico Desideri. E li sfogliamo qui, tra una dirigenza che non è ancora finita e una che non è ancora cominciata. More…

Il sindacato torna alla carica sul nuovo pronto soccorso

Nuovo pronto soccorso, riorganizzazione delle professionalità per potenziare le specialistiche di Villamarina, più servizi domiciliari e posti letto nelle Residenze per anziani. Nella riunione odierna tra l’esecutivo della conferenza dei sindaci – presieduto dal sindaco di Cecina Samuele Lippi – e la direzione Asl sul piano 2019, si parlerà anche di questo per effetto delle richieste del sindacato confederale. Che sarà presente e si attende degli impegni meno aleatori almeno su questi elementi giudicati prioritari. Non da ora. More…

No di sindaci e consiglieri alla riorganizzazione dei posti letto in ospedale

Due sindaci (Alberto Giovannetti e Maurizio Verona) due presidenti di consiglio comunali (Andrea Favilla e Fabio Poli) e trentotto consiglieri della Versilia dicono no alla riorganizzazione dei posti letto all’ospedale. Quarantadue le firme inviate ai rappresentanti istituzionali e all’Asl per chiedere la revoca del provvedimento con cui l’Azienda sanitaria Nordovest ha modificato la mappa dei posti letto, incorporando quelli di oncologia e
pneumologia con la medicina generale. Che da metà febbraio passerà da 48 a 63 posti letto. More…

Visite ed esami, disagi per 1.000 pazienti Ma l’Asl assicura: i miglioramenti ci sono

Sono un migliaio i pazienti versiliesi che nel 2018 hanno dovuto aspettare troppo per svolgere visite ed esami medici. Non sono pochi, anche se si tratta di una minoranza rispetto al totale delle persone che si sono rivolte all’ Asl per accertamenti: uno su cinque, all’incirca. Le stime si ricavano dal report fornito dall’Asl al consigliere regionale Maurizio Marchetti (Forza Italia), che ha presentato un’interrogazione specifica sul caso Versilia. More…

«Vogliono svuotare l’Opa». «Non è vero, ci potenziano»

Il segretario confederale della Cisl Toscana nord, Andrea Figaia, dati alla mano, lancia un allarme sull’Opa, l’ eccellenza cardiochirurgica della Toscana: «Formiamo cervelli che poi lasciano la struttura per posti, pare, più appetibili, e questo ci preoccupa molto; infermieri e radiologi sono in subbuglio e cercano la mobilità, e in tutto questo il sindacato non viene mai chiamato ad un tavolo di confronto. More…