La dg Asl promuove il San Luca. Aumentano ricoveri e interventi

Migliora la situazione dell’ospedale San Luca, a aprtire dal pronto soccorso. Lo hanno sostenuto il direttore generale dell’Asl Toscana nord ovest Maria Letizia Casani e il direttore sanitario Lorenzo Roti che, accompagnati dalla responsabile del presidio Michela Maielli e da altri professionisti, hanno visitato ieri la struttura di San Filippo, dove hanno incontrato gli operatori. Casani ha evidenziato il miglioramento della situazione in tutti gli ambiti, a partire proprio dall’emergenza oltre agli interventi chirurgici, alla radiodiagnostica, al materno-infantile e ai tempi d’attesa. More…

«Manterremo il punto nascita. Attendiamo solo il Ministero»

Rassicurazioni sul mantenimento del punto nascita, l’impegno di dotare il laboratorio analisi di nuovi macchinari, novità per il pronto soccorso e la promessa di nominare a breve nuovi primari. Questo in sintesi è stato detto giovedì agli operatori di Villamarina dal direttore generale dell’Asl Toscana nord ovest Maria Letizia Casani e dal direttore sanitario Lorenzo Roti in occasione di una visita all’ospedale Villamarina di Piombino. More…

“I pronto soccorso allo stremo pochi medici, servizio a rischio”

La situazione dei pronto soccorso è drammatica e richiede soluzioni rapide ed efficaci. I primari dei reparti di emergenza di tutta la Toscana scrivono una lettera agli specializzandi che hanno promosso la petizione per bloccare la delibera toscana in base alla quale si possono assumere, con contratti di formazione di due anni, medici laureati ma non specialisti. Sono 63mila le persone che hanno sottoscritto il documento di Cosmeu, che riunisce gli specializzandi della medicina di emergenza e urgenza, e al quale ha aderito anche Federspecializzandi. More…

Ospedale, Rossi promette: «Niente tagli»

L’Azienda Usl Toscana sud est risponde alle polemiche dei rappresentanti sindacali sui possibili ridimensionamenti dell’ospedale di Sansepolcro. «Oltre un milione di euro per l’adeguamento alla normativa antincendio; sostituzione della Tac e incentivazione per i medici in forza all’ospedale di Arezzo affinché dedichino parte del loro lavoro anche a Sansepolcro, favorendo sia il potenziamento delle attività che la messa in rete delle competenze e delle professionalità. Sono questi i prossimi impegni che la Asl Toscana sud est ha preso nei confronti del presidio biturgense e dell’Amministrazione comunale, sottolineando l’importanza e il ruolo fondamentale dei cosiddetti “piccoli” ospedali. More…

Attese per chirurgia? Si può fare di più

Nonostante il grande dispiegamento di forze e investimenti messo in campo dalle aziende sanitarie e ospedaliero universitarie, con la regia della Regione Toscana, servirà tempo per vedere i risultati. Il Piano di abbattimento delle liste d’attesa si è per ora focalizzato principalmente sulla riorganizzazione e ottimizzazione dei servizi per aumentare l’offerta della specialistica ambulatoriale (visite ed esami), anche se nel mirino ci sono pure gli interventi chirurgici e, nella maggior parte delle aziende, sono già partiti, o stanno partendo, parallelamente, anche i correttivi per andare a bersaglio sulle liste operatorie dove, in tutta la Toscana, ci sono 20mila persone in lista d’attesa. More…

«L’Asl invia pazienti alle cliniche anziché all’ospedale di Volterra»

«Volterra ha un ospedalpubblico di qualità, ma la Asl Toscana Nord Ovest non lo utilizza come dovrebbe. Anzi. Riduce le liste di attesa per interventi di piccola e media intensità rivolgendosi alle strutture private. È inaccettabile». Il sindaco di Volterra Marco Buselli non la manda giù. È tutta la legislatura che si batte per valorizzare l’ ospedale di Volterra. È salito pure sulla torre per difendere i servizi sanitari pubblici. E ora
che sta per togliersi la fascia tricolore di primo cittadino (le elezioni comunali sono ormai alle porte), si ritrova tra le mani una direttiva della Asl Toscana Nord Ovest che lo fa andare su tutte le furie. More…

Sanità, ultimatum alla Regione su ticket, liste di attesa e anziani

«A un anno dalla fine della legislatura regionale il tempo per passare dalle parole ai fatti si sta esaurendo». Cgil, Cisl e Uil sferzano la Regione Toscana per salvare «un servizio sanitario pubblico e universale, integrato con il welfare sociale», con la costruzione di «una forte rete di servizi sanitari e sociali integrati nel territorio». More…

Troppe attese, ecco i reparti dove l’intramoenia è a rischio

A rischio ci sono le reumatologie, ma anche cardiologie e pneumologie. Con la delibera della Regione che inserisce nel Piano regionale per le liste di attesa quanto previsto nelle scorse settimane da quello nazionale, le aziende sanitarie e ospedaliere iniziano a fare i conti sulla situazione all’interno dei reparti. More…

Emergenza Pronto soccorso. Botta e risposta sindacati-Asl

Prosegue il botta e risposta tra sindacati e azienda sulle vicissitudini del Pronto soccorso del San Luca (carenza di medici, di privacy, turni massacranti per gli operatori). Le segreterie delle funzioni pubbliche di Cgil, Cisl e Uil attaccano: «Fino a oggi fatto molto poco. L’azienda ha disatteso gli accordi. Serve un tavolo subito per superare le criticità. Nessuna privacy per i pazienti, mancanza di personale che costringe i professionisti a carichi di lavoro eccessivi senza possibilità di recupero psico-fisico, inserimenti in ambulatori senza che ci siano medici disponibili». More…

Scontro sulle perdite della sanità: Conte vuol commissariare la Toscana

La Toscana ripiani il buco scavato nei bilanci della sanità o per la gestione di Asl, ospedali e presidi sanitari sarà commissariata. I 199,4 milioni di «perdite» accumulati negli ultimi 18 anni, 31, 9 dei quali nel quarto trimestre del 2018, non possono più pesare come un fardello sui cittadini.
È un messaggio duro, quasi un diktat quello spedito con una lettera ufficiale il 29 aprile dal premier Giuseppe Conte al governatore Enrico Rossi, e che piomba nel dibattito pubblico a sedici giorni dal voto per le amministrative e le Europee. More…