Pediatria, attività in crescita. E Pronto soccorso da esempio

In continua crescita le attività specialistiche pediatriche all’ospedale Misericordia, sia nel numero delle visite, sia nella qualità offerta. Nel 2018, sono stati erogate oltre 2500 prestazioni nel campo della allergologia, diabetologia, fibrosi cistica, gastroenterologia, celiachia, onco-ematologia, monitoraggio dei neonati a rischio, neuropediatria, nefrologia ed ecografia, a cui si debbono aggiungere oltre 900 prelievi ematici con percorso specifico. More…

Parte la riorganizzazione dell’ospedale, calano i tempi d’attesa al pronto soccorso

Quindici posti letto in più alla Medicina interna, organico rafforzato con due medici, specializzazione estrema per l’Oncologia Medica che si orienta verso i servizi Day Hospital. Questo il succo della riorganizzazione dell’ospedale deliberata il 31 ottobre scorso dall’Asl e che partirà a metà febbraio. Con il potenziamento della Medicina Interna- che passerà da 48 a 63 posti letto – si dovrebbe finalmente garantire l’abbattimento dei tempi di attesa nel Pronto soccorso e una più adeguata risposta alle richieste degli utenti stimabile in un guadagno di circa trentacinque ricoveri al mese (dagli attuali 265 a circa 300 in area medica). More…

Saccardi salva il San Francesco: non c’è l’intenzione di chiuderlo

Il punto nascita del San Francesco non si tocca. Parola dell’assessore alla Salute Stefania Saccardi, interpellata dal Tirreno a seguito della rilevazione sui “nuovi nati” nel presidio di Barga negli ultimi dieci anni. Una rilevazione che ha messo in evidenza come nel periodo compreso tra il 2008 e il 2018 il numero dei parti del San Francesco si sia più che dimezzato: siamo passati dai 557 nati del 2008 ai 247 del 2008. More…

Dalle cliniche convenzionate pioggia di ricorsi contro i tetti

Pioggia di ricorsi al Tar contro la Regione da parte delle cliniche convenzionate toscane. Pur muovendosi con interessi diversi, tutti i privati della sanità che fanno attività di ricovero si sono rivolti al tribunale amministrativo regionale perché blocchi la delibera dell’assessorato sui tetti. Sono almeno una dozzina i ricorsi presentati lunedì contro la decisione di mettere un tetto unico alle prestazioni che i privati possono fare in convenzione per i cittadini toscani e per quelli di altre regioni. More…

Ospedale “precario”: lascia anche Caldora, mancano 7 primari, Desideri verso la pensione

Dal 1°aprile Patrizio Caldora non sarà più il primario del reparto di ortopedia e traumatologia di Arezzo. Le dimissioni, spiegano all’unisono lo stesso dottore e la Asl, sono dovute a «motivi personali». Che succede adesso? «Per la copertura del posto – ha spiegato il direttore generale Enrico Desideri – sarà subito richiesto un concorso ad Estar, e in attesa della sua effettuazione, nomineremo un facente funzione». More…

L’ospedale va avanti, in arrivo l’innovativa chirurgia vertebrale

IL 2019 si apre con una importante novità per l’ospedale di Campostaggia: l’arrivo di un nuovo reparto. Si tratta dell’unità di Chirurgia vertebrale mininvasiva dorso-lombare. A dirigerla è il dottor Pietro Morreale, già responsabile della rete ospedaliera Chirurgia vertebrale dorso lombare mininvasiva dell’Asl Toscana Sud. More…

Medici e sindacati nuove richieste all’Asl: «Chi deve tutelarci?»

Il primo sindacato a dichiarare lo stato di agitazione dei medici 118 della Val di Cornia è stato la Uil Fpl, che sul territorio è il più rappresentativo. Passo che il 30 dicembre è stato fatto anche dal Sindacato nazionale autonomo dei medici italiani (Snami). All’origine c’è la situazione di conflitto che si è creata con la denuncia per interruzione di servizio pubblico fatta dal medico del 118 Giovanni Belcari a carico del governatore della Misericordia di San Vincenzo Emanuele Giovani reo a suo dire nella tarda mattina del 2 dicembre di aver impedito all’ambulanza dell’associazione su cui prestava servizio come medico del 118 di partire nei tempi dovuti. More…

Sovraffollamento all’ospedale: ecco il piano dell’Asl per il 2019

Ha funzionato durante il picco di influenza dello scorso anno e «quindi può funzionare sempre». Cioè nei momenti in cui, per qualsiasi motivo, si verifichi un aumento eccessivo di accessi al pronto soccorso e/o ricoveri in medicina generale. Per questo l’Asl ha deciso di estendere il piano di emergenza per l’influenza (sperimentato da dicembre 2017 al marzo 2018) a tutto l’anno. More…

Tagli alle attese per le ecografie, si prova coi centri convenzionati

La risposta al problema c’è e si chiama “privato”. Vero, questa volta non sborsi tu e sborsa l’azienda sanitaria, ma il succo rimane quello: il pubblico non riesce a far fronte alle richieste e chiede che ad allungargli una mano – e non gratuitamente – siano le strutture private. Ed è proprio chiedendo quella mano che l’Asl sta tentando di far fronte al problema delle liste di attesa. In quel di Massa, in quella che prima della riforma 2016, era l’Asl 1, la sforbiciata alle liste di attesa è arrivata sul fronte delle ecografie. Come? Beh, aumentando – e parecchio – le prestazioni erogate nelle strutture diagnostiche convenzionate. More…