Gravidanze ad alto rischio, istituita la rete clinica regionale

Negli ultimi decenni, molti fattori hanno determinato un aumento del numero di gravidanze “ad alto rischio”. La Regione Toscana, che già negli ultimi mesi ha attuato numerosi provvedimenti dedicati alla salute materno infantile, ha istituito ora la rete clinica regionale per il management delle gravidanze ad alto rischio materno e fetale. Lo ha fatto con una delibera presentata in giunta dall’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi e approvata nel corso di una delle ultime sedute. More…

A bordo a Siena, qui no: proteste, l’Asl «frena»

IL medico a bordo ma solo a Siena. Per un anno le ambulanze che sfrecceranno nella città del Palio non avranno solo gli infermieri ma anche i vecchi dottori. Anzi i «dottorini», visto che il personale dovrebbe essere pescato non tra i vecchi professionisti del pronto soccorso, come succedeva una volta, ma tra i laureati, certo solo dopo un buon corso di formazione. Torna il medico a bordo ma non torna ad Arezzo. E per un giorno la questione tiene banco. Perché di fronte si alza il muro degli infermieri. More…

Ortopedia, urgenze dirottate. Asl: «Stiamo cercando medici»

Sulla sospensione della guardia notturna per Ortopedia all’ospedale di Villamarina, con le urgenze dirottate su Livorno, e la situazione di mancata programmazione denunciata dal sindacato Fials la direzione dell’Azienda sanitaria Nord ovest respinge al mittente le accuse. «Sembra che il Fials non sia al corrente della mancanza di medici specialisti a livello nazionale e del fatto che la Regione Toscana, proprio per sopperire a tale carenza, abbia attivato una serie di percorsi compreso il finanziamento per 132 contratti di formazione specialistica». More…

Le due facce del Pronto soccorso di Lucca: gli utenti lo bocciano, la Regione dice “ok”

Pronto soccorso come un Giano bifronte: bocciato dai cittadini ma promosso dalla Regione. Da settimane (per non dire anni) si discute dei problemi della struttura di emergenza-urgenza del San Luca, che negli ultimi giorni ha avuto picchi di affollamento per l’emergenza caldo. Un iperafflusso che sommandosi alla carenza di personale (dei 23 medici previsti ce ne sono appena 15, più alcuni in supporto dal 118) ha prodotto situazioni inaccettabili per gli utenti: attese infinite, ambulanze impossibilitate a scaricare i feriti perché le barelle sono occupate, pazienti “dispersi”, diagnosi errate (la signora a cui non sono state rilevate due microfratture) per non parlare dei rapporti tesi tra utenti e operatori che spesso costringono le forze dell’ordine a intervenire per riportare la calma. More…

Dati MES 2018: l’Aou Senese al top in Toscana

«Grazie all’impegno straordinario di tutti i professionisti del nostro ospedale, il policlinico Santa Maria alle Scotte risulta l’azienda ospedaliera con la miglior performance in Toscana secondo i dati MES 2018. Questo è motivo di grande orgoglio e soddisfazione per tutti noi e ci dà forza per proseguire nell’impegno quotidiano». More…

Taglio di 15 posti letto al S.Luca

Dieta dimagrante al San Luca. Qualche giorno fa la riorganizzazione estiva della degenza chirurgica multispecialistica ha cancellato 15 posti letto in degenza chirurgica. A suonare l’allarme sono i sindacati Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fpl. «Le nuove disposizioni in soli dieci giorni hanno già creato enormi difficoltà ai lavoratori nella gestione dei pazienti – denunciano le tre sigle sindacali – .Una riorganizzazione che nella stessa documentazione fornita dalla dirigenza dell’Usl Toscana Nord Ovest serve solo a sanare la cronica assenza di personale: 15 posti letto in meno fino al 30 settembre. Una vergogna, l’ennesima di questa gestione, che rafforza una volta in più l’ aver dichiarato lo stato di agitazione». More…

Ospedale di Piombino, via libera al piano di sviluppo. Saccardi: “Impegno per il punto nascita”

Valorizzazione e rilancio delle attività dell’ospedale di Piombino, riqualificazione delle attività dei consultori sul territorio, potenziamento delle attività dei distretti per la gestione delle patologie croniche degenerative, potenziamento dell’oncologia, introduzione di iniziative di telemedicina per raggiungere tempestivamente i pazienti che abitano in zone disagiate, definizione di risposte sanitarie e preventive ai problemi che emergono dalle ricerche epidemiologiche condotte sulla popolazione della zona. More…

L’ospedale è pronto: richiamerà i medici

Task force contro l’afa. È pronto il piano di emergenza per fronteggiare l’ondata di caldo eccezionale e la possibile impennata del numero degli accessi al pronto soccorso. L’ Asl corre ai ripari e mette in allerta i medici: se sarà necessario anche chi si trova in ferie dovrà rientrare in servizio. L’azienda sanitaria potrà inoltre fare ricorso ad eventuali assunzioni a tempo determinato e ricorrere a società di lavoro interinale. More…

L’idea Asl: un nuovo centro specialistico davanti al Monoblocco (che sarà demolito)

Un edificio ex novo, di fronte al Monoblocco, sempre in proprietà Asl. Due piani più il piano terra, con le principali funzioni spostate lì e il Monoblocco demolito. Se ne parla. «C’è anche questa ipotesi al vaglio». C’è un progetto di massima, spiega la dottoressa Monica Guglielmi, responsabile Zona apuana per la Asl. Un’ipotesi su cui si deciderà «in breve tempo». Perché «c’è bisogno di risposte in tempi accettabili.
Con il nuovo ospedale organizzato per acuzie il ruolo dei Distretti, delle Case della salute, del territorio insomma, è diventato fondamentale». Andrea Figaia (Cisl Sanità) e i colleghi dei sindacati confederali e dei pensionali Cgil e Uil hanno incontrato la dottoressa Guglielmi. More…