«Manca il medico, facciamo i pendolari»

«Da ormai un mese siamo costretti a fare i pendolari per le visite mediche, a causa dell’assenza dallo scorso mese di maggio del medico condotto del paese che quotidianamente veniva nell’ambulatorio di Via dei Fossi, ricavato all’ interno dei locali della ex Scuola elementare di Rigomagno». More…

Silenzio imbarazzato dell’Asl dopo gli impegni “traditi”

C’è un silenzio assordante. E la dice lunga dell’imbarazzo nel quartier generale dell’Azienda sanitaria Toscana Nord ovest. La chiusura del Punto nascita di Villamarina, come anticipato dal Tirreno, trova conferme, ma nessuno che si prenda la responsabilità di spiegare cosa accadrà dal 21 giugno. È questa la data in cui tutto precipiterà. Il giorno che è stato indicato nella riunione del 17 giugno tra i vari dirigenti che seguono l’operazione. Salvo novità dal cilindro, da dopodomani il reparto di Piombino cesserà di fatto la sua attività, almeno nelle sue funzioni principali, da trasferire al nosocomio di Cecina, con cui condivide il progetto di ospedale unico. More…

D’Urso apre sulla guardia medica: «Rinforzi possibili»

«Se aumentasse la domanda, visto che l’azienda tiene continuamente monitorati i numeri, provvederò a integrare il personale». Lo ha dichiarato il direttore generale della Asl Toscana Sud Est Antonio D’Urso e lo ha confermato l’assessore Francesca Appolloni chiamata in causa in consiglio da due interrogazioni, confermando che in caso di necessità sarà ripristinato lo status quo, così come sarà previsto un rinforzo nei giorni di Palio. More…

Ospedali, ecco il piano estivo con la riduzione dei posti letto

Si riorganizza l’attività dei presidi ospedalieri nei mesi tra giugno e settembre. Su un totale di 2581 posti letto ospedalieri, nelle settimane centrali di agosto non saranno disponibili al massimo il 10% dei letti mentre a luglio e settembre le chiusure saranno in percentuale ancora minore. L’organizzazione programmata e la disponibilità del personale sanitario nella gestione dei turni, ha permesso a molti reparti di degenza di rimodulare i ricoveri in maniera progressiva o di lasciare invariata la disponibilità dei posti letto. More…

Giovani medici in prima linea con il tutor

In prima linea come nella serie tv E.R. ambientata nel pronto soccorso di Chicago, ma con il tutor a dare una mano: è l’identikit dei nuovi medici che andranno a rinforzare gli organici carenti dei pronto soccorso delle tre aree sanitarie della Toscana. La scelta compiuta dalla Regione è semplice: reclutare neolaureati o comunque giovani medici non specialisti. Obiettivo: portare una boccata di ossigeno ai pronto soccorso sempre più in carenza di personale per il numero esiguo di specializzati nella disciplina dell’emergenza urgenza. More…

Sanità in affanno. Riflessioni post Stati Generali, l’assessore Tanti: «Con l’Area Vasta Arezzo è stata rallentata»

Stati generali della Sanità e del Sociale ad Arezzo «per consentire alla Regione di programmare più compiutamente la soluzione delle criticità del sistema sanitario e di giungere a un modello che sia di servizi realmente mirati alle esigenze dei cittadini». Così Lucia Tanti, assessore del Comune di Arezzo alle politiche sociali, famiglia, scuola e politiche sanitarie, che insieme al sindaco Alessandro Ghinelli ha organizzato lo scorso 11 giugno la seconda edizione dell’iniziativa. More…

Visite specialistiche: 4 cittadini su 10 vanno fuori Lucca, Pisa meta preferita

Visite specialistiche, quattro lucchesi su 10 vanno a curarsi in altri territori. Pisa la fa da padrone in molte discipline mentre il San Luca è poco attrattivo per chi viene da fuori. Un tempo le chiamavano “fughe”: erano le prestazioni che i residenti dell’ex Asl 2 andavano a cercare fuori dal proprio territorio. Ora le cose sono cambiate: ci sono la cosiddetta “aslona” che va da Massa a Livorno e il Cup (il centro per la prenotazione) che da quasi un anno è di area vasta o quasi (manca solo Pisa). More…

«Basta ritardi»: ma svolta pronto soccorso

Vi è mai capitato di passare tante ore su una lettiga del pronto soccorso o di ritrovarvi in una stanza lunga sei metri sotto osservazione insieme ai casi e alle situazioni più disparate? Bene, nel vulcano sanità almeno quell’aspetto sembra in via di miglioramento. La conferma arriva dal direttore del San Donato Massimo Gialli: altri 8 posti di osservazione veloce e una modifica strutturale che aumenti gli spazi e quindi la qualità della risposta. More…

«L’ex ospedale è allo sbando»

«La sanità cittadina è allo sbando. De Pasquale ci dia delle risposte». Dai servizi attuali a quelli futuri, il Comitato ospedale Carrara non risparmia critiche all’amministrazione pentastellata e chiede interventi concreti e rapidi per migliorare la qualità di vita di molti cittadini. More…