TORNA IL MEDICO SULL’AMBULANZA 118 A SIENA. ANAAO: UNA BUONA NOTIZIA

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato della segreteria aziendale Anaao Toscana sud est in merito al ritorno del medico nelle ambulanze per quanto riguarda l’area Senese. La decisione, comunicata ieri dal Dg della Asl Toscana sud est Antonio D’Urso, è stata valutata positivamente dal sindacato, che rilancia una sinergia con gli infermieri: “Il nostro operato è complementare. Non si può fare a meno di nessuna delle due figure”. More…

Gravidanze ad alto rischio, istituita la rete clinica regionale

Negli ultimi decenni, molti fattori hanno determinato un aumento del numero di gravidanze “ad alto rischio”. La Regione Toscana, che già negli ultimi mesi ha attuato numerosi provvedimenti dedicati alla salute materno infantile, ha istituito ora la rete clinica regionale per il management delle gravidanze ad alto rischio materno e fetale. Lo ha fatto con una delibera presentata in giunta dall’assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi e approvata nel corso di una delle ultime sedute. More…

A bordo a Siena, qui no: proteste, l’Asl «frena»

IL medico a bordo ma solo a Siena. Per un anno le ambulanze che sfrecceranno nella città del Palio non avranno solo gli infermieri ma anche i vecchi dottori. Anzi i «dottorini», visto che il personale dovrebbe essere pescato non tra i vecchi professionisti del pronto soccorso, come succedeva una volta, ma tra i laureati, certo solo dopo un buon corso di formazione. Torna il medico a bordo ma non torna ad Arezzo. E per un giorno la questione tiene banco. Perché di fronte si alza il muro degli infermieri. More…

Medici, infermieri, strumenti e servizi Le richieste alla direttrice Asl

Il comitato Elba Sanità era presente alla visita elbana della direttrice generale della Usl Toscana Nord Ovest, Maria Letizia Casani, e in una nota segnala alcuni punti ancora critici per l’ospedale elbano «in un’ ottica di collaborazione e collegamento tra cittadini e istituzioni». Il primo punto su cui il comitato ha posto l’ accento è quello dell’unità complessa di medicina per cui «occorrono 8 medici in organico». More…

L’appello dei tre sindaci: «Aiuto, la sanità locale in crisi»

Pronto soccorso super affollato, liste di attesa sempre più lunghe, personale medico e infermieristico in affanno. Protestano i cittadini per le “criticità” della sanità pubblica; protestano anche i sindacati degli ospedalieri e, adesso “protestano” anche i sindaci. Il primo cittadino di Massa Francesco Persiani; quello di Carrara Francesco De Pasquale e quello di Montignoso Gianni Lorenzetti mettono da parte le loro diverse provenienze politiche (Lega, Cinque Stelle, Pd, nell’ordine) e firmano insieme un preoccupato documento in cui chiedono potenziamenti e certezze sulla sanità locale e chiedono anche un incontro con la nuova direttrice dell’Usl Toscana Nordovest Maria Letizia Casani. More…

A Siena i medici tornano a bordo delle ambulanze

“Su Siena era attiva una sperimentazione che utilizzava gli infermieri a bordo dell’ambulanza. Su richiesta dell’assessore Appolloni al posto dell’infermiere ci sarà un medico”. Parole del direttore della Asl Toscana Sud-Est Antonio D’Urso che al microfono di Siena News annuncia l’arrivo del medico, appunto, a bordo delle ambulanze nel territorio sanitario senese. Il progetto avrà un periodo di prova della durata di un anno. More…

Ortopedia, urgenze dirottate. Asl: «Stiamo cercando medici»

Sulla sospensione della guardia notturna per Ortopedia all’ospedale di Villamarina, con le urgenze dirottate su Livorno, e la situazione di mancata programmazione denunciata dal sindacato Fials la direzione dell’Azienda sanitaria Nord ovest respinge al mittente le accuse. «Sembra che il Fials non sia al corrente della mancanza di medici specialisti a livello nazionale e del fatto che la Regione Toscana, proprio per sopperire a tale carenza, abbia attivato una serie di percorsi compreso il finanziamento per 132 contratti di formazione specialistica». More…

Le due facce del Pronto soccorso di Lucca: gli utenti lo bocciano, la Regione dice “ok”

Pronto soccorso come un Giano bifronte: bocciato dai cittadini ma promosso dalla Regione. Da settimane (per non dire anni) si discute dei problemi della struttura di emergenza-urgenza del San Luca, che negli ultimi giorni ha avuto picchi di affollamento per l’emergenza caldo. Un iperafflusso che sommandosi alla carenza di personale (dei 23 medici previsti ce ne sono appena 15, più alcuni in supporto dal 118) ha prodotto situazioni inaccettabili per gli utenti: attese infinite, ambulanze impossibilitate a scaricare i feriti perché le barelle sono occupate, pazienti “dispersi”, diagnosi errate (la signora a cui non sono state rilevate due microfratture) per non parlare dei rapporti tesi tra utenti e operatori che spesso costringono le forze dell’ordine a intervenire per riportare la calma. More…

Ortopedia, niente guardia notturna urgenze dirottate su Livorno

Almeno undici. E’ il numero dei chirurghi che mancano a Villamarina. Stavolta non sarà necessario sospendere l’ attività programmata delle sale operatorie, consuetudine estiva da anni, ed affrontare solo le emergenze. Perché le sedute si fissano in base al personale. E con questi numeri la sospensione viene in automatico un po’ in tutti i rami, senza bisogno di delibere Asl: dalla chirurgia generale (meno due medici), all’otorinolaringoiatrica (meno tre), passando per oculistica (meno due). Ancora più penalizzata ortopedia. Qui la carenza è di quattro professionisti. Ne sono rimasti 3. More…

Medicina d’urgenza e chirurgia, mancano specialisti

Sono anestesia e rianimazione, medicina e chirurgia d’urgenza, pediatria, radiodiagnostica, ostetricia e ginecologia, medicina interna e chirurgia generale le sette discipline mediche in cui in prospettiva, già fra qualche anno, si manifesteranno carenze di specialisti. Almeno per quanto riguarda la Toscana, ma il trend è più o meno lo stesso sul panorama nazionale, con numeri e necessità ancora maggiori. Questo è quanto rivela un’ analisi condotta nelle strutture del servizio sanitario regionale toscano, alla base della delibera regionale con cui sono state annunciate 132 borse di specializzazione a beneficio delle tre università toscane di Siena, Pisa e Firenze. More…